21 aprile 2017 - La giuria della decima edizione dei Sony World Photography Awards ha annunciato il 20 aprile i nomi del vincitore assoluto, dei vincitori nelle 10 categorie della sezione Professionisti e del vincitore assoluto nella categoria Open.

Fotografo dell'anno
Il premio principale della competizione è stato assegnato al belga Frederik Buyckx, classe 1984, vincitore nella categoria Paesaggio e nominato Fotografo dell'anno 2017 per il suo lavoro intitolato Whiteout, che immortala i paesaggi invernali di remote aree dei Balcani, della Scandinavia e dell'Asia centrale, dove la popolazione vive isolata e in stretto contatto con la natura. A Buyckx va un premio di 25 mila dollari.

Sezione Professionisti
Tra i 10 vincitori di categoria, l'italiano Alessio Romenzi è stato premiato in quella dedicata all'Attualità, per una serie di scatti intitolata We are taking no prisoners, che documenta il terrore e la brutalità regnanti nella città di Sirte, autoproclamata capitale del sedicente Stato Islamico in Libia.

Architettura - Dongni (Cina)
Concettuale - Sabine Cattaneo (Svizzera)
Temi contemporanei - Tasneem Alsultan (Arabia Saudita)
Attualità - Alessio Romenzi (Italia)
Vita quotidiana - Sandra Hoyn (Germania)
Paesaggio - Frederik Buyckx (Belgio)
Natura - Will Burrard-Lucas (Regno Unito)
Ritratto - George Mayer (Russia)
Sport - Yuan Peng (Cina)
Natura morta - Henry Agudelo (Colombia)

Gli italiani premiati
Altri tre fotografi italiani sono stati premiati nella sezione Professionisti: Alice Cannara Malan, 3° posto, categoria Vita Quotidiana; Diego Mayon, 3° posto, categoria Architettura, e Lorenzo Maccotta, 3° posto, Storia contemporanea.

Youth Photographer of the Year
Con uno scatto intitolato "On Top of the World", la 16enne Katelyn Wang di Los Angeles si è aggiudicata il titolo di Giovane fotografo dell'anno, nella sezione del concorso aperta ai ragazzi tra i 12 e i 19 anni, chiamati a rappresentare il tema della "Bellezza". L'immagine immortala il Lago Pehoé, nel Parco Nazionale Torres del Paine in Cile.

Student Focus
Alla giovane argentina Michelle Daiana Gentile, 21 anni, studentessa della Escuela de Fotografía Motivarte, è andato il titolo di Student Photographer of the Year. Con una serie intitolata Only Hope, dedicata agli operai di una vecchia fabbrica di carta, secondo la giuria ha rappresentato al meglio il tema "Emozioni". Alla sua scuola di fotografia va un equipaggiamento fotografico Sony del valore di 30 mila dollari. 

Sezione Open
Nella sezione Open (aperta a fotografi di ogni età, provenienza e livello di esperienza), tra i fotografi vincitori nelle dieci categorie di sezione annunciati il 28 marzo ed elencati a seguire, è stato designato Fotografo dell'anno il russo Alexander Vinogradov, per uno scatto intitolato Mathilda, che ritrae una giovane ragazza in uno scatto ispirato dal film francese Léon. A lui un premio di 5.000 dollari.

Animali - Alessandra Meniconzi (Svizzera)
Architettura
- Tim Cornbill (Regno Unito)
Cultura - Jianguo Gong (Cina)
Fotoritocco - Lise Johansson(Danimarca)
Natura - Hiroshi Tanita (Giappone)
Natura Morta - Sergey Dibtsev (Russia)
Ritratti - Alexander Vinogradov (Russia)
Scatti in movimento
- Camilo Diaz (Colombia)
Street Photography - Konstantinos Sofikitis (Grecia)
Viaggio - Ralph Gräf (Germania)

National Award Italia
Il 28 marzo i giudici hanno premiato per il 5° anno consecutivo anche la miglior immagine scattata da un fotografo per ogni Paesepartecipante (66 in questa edizione), inserita in una qualsiasi delle dieci categorie Open.

Per quando riguarda l'Italia, il National Award è andato a Salvatore Mazzeo, 1° classificato con uno scatto intitolato Il Venerdì Santo di Enna. Mazzeo, 29 anni, originario di Vibo Valentia, è insegnante di ingegneria meccanica a Torino. Al 2° e 3° posto, rispettivamente, Le donne sono meravigliose di Giuseppe Ardica e Bellezza indiana alla stazione di Marcello Perino.

La mostra alla Somerset House di Londra
Le opere vincitrici, finaliste e meritevoli di menzione saranno esposte in una grande mostra presso la Somerset House di Londra, dal 21 aprile al 7 maggio. La mostra ospiterà anche una personale del fotografo britannico Martin Parr, destinatario del premio Outstanding Contribution to Photography, e dopo Londra si sposterà per un tour mondiale.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti