Sono finora almeno 138.000 i profughi curdi che, fuggiti dalla furia dei jihadisti dello Stato islamico in Siria, hanno trovato rifugio in Turchia. Il loro esodo è cominciato la settimana scorsa, dopo l'inizio dell'offensiva dei jihadisti dell'Isis sulla cittadina curda di Kobane/Ain al-Arab, nel nord della Siria, a ridosso del confine turco. Il governo di Ankara ha inizialmente aperto otto valichi di frontiera per consentire il passaggio della popolazione, ma ha in seguito ridotto a due i punti di passaggio consentiti. L'agenzia ONU per i rifuguati (Unhcr) ha annunciato ieri che si sta preparando al possibile arrivo in Turchia di altri 400.000 profughi in cerca di riparo dalla follia islamista. 

In queste commoventi fotografie di Bulent Kilic vediamo i profughi curdi - soprattutto donne e bambini - in cerca di salvezza sul confine tra Siria e Turchia a Suruc, nella provincia di Sanliurfa. 


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti