Anche quest'anno le giovani promesse della fotografia internazionale si danno appuntamento a Modena per offrire un’interessante panoramica sulle tendenze e le nuove direzioni del linguaggio dell’immagine: dal 13 luglio al 6 agosto 2017 il Foro Boario di Modena ospiterà infatti "The Summer Show", che, come da tradizione, presenta al pubblico i progetti artistici elaborati durante gli studi dagli allievi del master sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia.

Quest’anno, inoltre, la mostra allarga ulteriormente i suoi confini: al percorso dedicato alle opere degli studenti che terminano il biennio, intitolato Crinale, e all’esposizione riservata ai progetti in corso degli studenti del primo anno, si aggiungono nell’allestimento le opere dei finalisti dello European Photography Award, un riconoscimento assegnato ogni anno ai migliori allievi delle scuole di fotografia europee.

Le date

La mostra "The Summer Show 2017 – Crinale" sarà aperta al pubblico dal 13 luglio al 6 agosto 2017 secondo i seguenti giorni e orari: giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 17.00 alle 21.00 - chiuso lunedì, martedì e mercoledì

Dove

Ad ospitare l'esposizione, il Foro Boario di Modena, in Via Bono da Nonantola, 2

Perché è interessante

Tra i pochi corsi di fotografia in Italia ad offrire un’alta formazione in campo artistico, il master di Fondazione Fotografia Modena è da considerarsi come una vera e propria fabbrica creativa dove sperimentare le proprie pratiche a contatto con artisti e curatori da tutto il mondo, mettendo in discussione i generi tradizionali ed esplorando nuovi territori dell’immagine. Riconosciuto a livello internazionale, il master ha avviato collaborazioni con istituzioni, università e accademie in Europa e nel mondo. Ogni anno gli studenti hanno così l'opportunità di svolgere residenze d’artista in Italia e all’estero

European Photography Award 2017- La vincitrice

Vincitrice dello European Photography Award 2017 è una studentessa del master sull’immagine contemporanea: Francesca Zoe Paterniani. Il lavoro per il quale è stata premiata è il risultato di un soggiorno artistico trascorso ad Amman, in Giordania e si tratta di un’installazione fotografica concepita come una ‘mappa temporanea’ della capitale giordana "L’installazione è pensata come una riflessione a posteriori sulle modalità di rappresentazione del potere: l’immagine istituzionale e storicizzata si appoggia su un fondale caotico e transitorio”, le parole della vincitrice

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti