Dalla Spagna al Giappone, tutti in strada a protestare. Intanto c'è chi gioca a calcio nel fango, chi si concede un bagno sacro, chi balla, sorride e spera di vincere un concorso di bellezza. E chi s'addormenta sognando di svegliarsi con un'altra nazionalità sul passaporto.

© Riproduzione Riservata

Commenti