Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24

La Guerra di secessione americana fu il primo conflitto armato della storia ad essere documentato da veri e propri fotoreporter, presenti sul campo di battaglia con le loro camere oscure da viaggio. Architetto dell'operazione fu il fotografo di origine scozzese Mathew B. Brady che, affrontando enormi pericoli, per la prima volta raccontò con delle immagini alla società americana l'orrore della guerra e la brutalità dei massacri, guadagnandosi al contempo un posto nella storia della fotografia. L'investimento economico molto gravoso da lui messo in campo per affrontare l'impresa lo avrebbe però portato sul lastrico, anche perché, contrariamente alle sue aspettative, le oltre 10.000 stampe da lui realizzate non furono acquistate dal Governo, costringendolo a chiudere e vendere il suo studio e a dichiarare fallimento. Nell'ottobre del 1862 il frutto del suo lavoro fu presentato a New York nell'ambito della mostra The Dead of Antietam.


Gli scatti proposti da questa fotogallery, conservati presso la Library of Congress di Washington, sono per lo più di Alexander Gardner , uno degli oltre 70 fotografi assunti da Mathew Brady per il suo progetto di documentazione. Dopo i primi anni di lavoro passati personalmente al fronte, Brady incaricò infatti altri colleghi di realizzare le fotografie, preferendo lui lavorare, per il resto della guerra, da uno studio di New York, nella supervisione del loro lavoro.


Le immagini ritraggono i campi che fecero da cornice alla battaglia di Antietam, combattuta il 17 settembre 1862 presso Sharpsburg, lasciando sul campo oltre 23.000 vittime. Fu il giorno più sanguinoso di tutta la Guerra civile americana (e dell'intera storia degli Stati Uniti), oltre a rappresentare un momento cruciale di svolta nell'evoluzione del conflitto.


GALLERY: La rievocazione storica della Guerra civile americana

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>