BS.hive, l’associazione studentesca per le start-up

“Ma come Elena, non la conosci?” mi dice Greta, mia cara amica, al telefono:”BS.hive é l’organizzazione che sostiene la nascita di start-up all’interno della nostra universitá!”. Ok, mi sento subito in difetto e cosí corro ad accendere …Leggi tutto

BShive-300x147.jpg

“Ma come Elena, non la conosci?” mi dice Greta, mia cara amica, al telefono:”BS.hive é l’organizzazione che sostiene la nascita di start-up all’interno della nostra universitá!”. Ok, mi sento subito in difetto e cosí corro ad accendere il computer, digitando velocemente il nome in questione. Scopro in pochi secondi che é l’associazione studentesca dell’Universitá Bocconi che si pone come obiettivo quello di avvicinare gli studenti al mondo dell’imprenditoria.

Scrivendo “Start Up The Volume”, il nuovo format di Radio Bocconi, che conduco con Alessandro Roccia, interamente dedicato ai giovani startupper, penso che non ci siano ospiti migliori con cui iniziare la stagione.

E cosí, detto fatto, mi ritrovo negli studi bianchi della radio, di fronte ai microfoni dopo un annetto di pausa, con accanto Andrea Antonioli e Francesco Moro che, giovanissimi, mi travolgono di entusiasmo e informazioni. Mi spiegano che BS.hive si pone come ponte di connessione tra i giovani studenti intraprendenti e il mondo delle start-up, creando un alveare – evidenziato nel logo – di professionisti, servizi ed iniziative. Una di queste é proprio Hive.Up, ovvero il programma di internship nato dalla collaborazione con StartMiUp, che partirá a febbraio e che vede coinvolte tre neonate imprese. Gli studenti piú meritevoli e motivati avranno dunque la possibilitá di trascorrere alcune settimane in un ambiente dinamico, scegliendo tra FaceIt, piattaforma che offre agli appassionati di videogames il contesto adatto per interagine con gli altri concorrenti, AdEspresso, servizio online utile ad ottimizzare la pubblicitá di Facebook ed ElasticDot, che rende la scalabilitá di WordPress automatica, evitando alcuni dei problemi piú frequenti.

“Siamo una sorta di incubatore virtuale, che vuole creare un forte network di conoscenze, competenze ed esperienza a supporto dei giovani imprenditori della nostra universitá e non solo”, continuano i BS.hive che, giustamente, pensano in grande, preparando contest tra start-up di tutte le universitá e rinnovando a breve il logo.

L’ora di trasmissione come al solito vola, guardo l’orologio e sono gíá le 19,58, siamo ai saluti. Francesco e Andrea non vogliono piú lasciare la radio e io non voglio piú smettere di parlare di questo progetto. Chiudiamo la puntata di BS.hive concordando sul fatto che non ci sia cosa piú bella che avere una propria idea di business e provare a realizzarla, sfidando tutti i rischi del caso.

Prossimo obiettivo: armarmi di cannocchiale e bussola e scovare le associazioni studentesche delle altre universitá che sostengono i giovani nella creazione della propria impresa!

© Riproduzione Riservata

Commenti