asilo-nido
Soldi

Bonus asilo nido 2017, tutto quello che c’è da sapere

Scatta oggi la corsa al beneficio che non è condizionato a nessun reddito e può contare su un budget complessivo di 144 milioni

Si sono aperti oggi 17 luglio alle ore 10, i termini per la richiesta del bonus asilo nido 2017. E da subito si è avuta l’impressione che si tratti di una corsa alla quale chi ha diritto assolutamente non vuole rinunciare. E per capirlo basta fare un giro in un qualsiasi Caf, dove confermano che fin dalle prime ore della mattinata sono fioccate le telefonate di famiglie a caccia di informazioni sul nuovo bonus. Andiamo per ordine allora e cerchiamo di capire quali sono le condizioni da rispettare per poter accedere al beneficio in questione.

LEGGI ANCHE: Bonus per le famiglie 2017, spiegati bene

LEGGI ANCHE: Bonus mamma, guida completa

LEGGI ANCHE: Modello 730, tutti i nuovi bonus 2017

Chi ha diritto al bonus
Possono fare richiesta del bonus tutte le famiglie che hanno un bambino nato o adottato al primo gennaio 2016. I genitori in questione devono essere residenti in Italia, cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea. Notazione importante: la domanda non è in nessun modo legata al reddito, e dunque la si può presentare indipendentemente da quello che sia il valore della propria dichiarazione dei redditi.

A cosa serve il bonus
Il beneficio in questione può essere speso per pagare la retta di un asilo nido, sia esso pubblico o privato, oppure per supportare un’eventuale assistenza domiciliare per bambini con handicap. Nel primo caso l’elargizione del bonus avverrà in 11 rate mensili, mentre nel secondo caso il bonus sarà liquidato in un’unica soluzione. Tra l’altro il beneficio è retroattivo, quindi se si presenta in ritardo la domanda, ma si ha diritto al bonus, verranno coperti anche i mesi eventualmente già pagati. È il caso di chi ad esempio avesse già frequentato l’asilo nei mesi che vanno dal primo gennaio 2017 a oggi.

Il valore del bonus
Il valore complessivo del bonus è pari a 1.000 euro annuali, che verranno elargiti nelle modalità sopra esposte. Per far fronte a questo esborso, il governo ha inserito nella legge di bilancio una voce che per il momento copre un budget di circa 144 milioni di euro. È forse anche per questo che in tanti si stanno affrettando a presentare la domanda, preoccupati che i fondi a disposizione possano esaurirsi velocemente.

Come richiedere il bonus
Come accennato, sarà possibile presentare le domande per il bonus asilo nido 2017 da oggi e fino al 31 dicembre dell’anno in corso. Nel caso si fosse in possesso dei requisiti, le richieste vanno inoltrate attraverso il sito dell’Inps, con il pin dispositivo, lo Spid o la Carta nazionale dei servizi. Ci si potrà far assistere nell’espletamento della procedura dal contact center integrato, raggiungibile al numero verde 803-164 o al numero 06/164164, oppure dai Caf abilitati.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Bonus casa 2017: spiegato bene

Tra le agevolazioni confermate anche per quest’anno ci sono quelle su ristrutturazioni ed efficientamento energetico

Bonus mamme, perché non parte

Nonostante dovesse essere operativo da gennaio, mancano ancora i regolamenti attuativi e le richieste non possono essere soddisfatte

Donne, tutti i bonus per le mamme

Per i neonati, per l'asilo nido o per la gravidanza. Ecco tutte le agevolazioni, già esistenti o introdotte nel 2017, per le italiane che hanno figli

Commenti