Economia

Rete ferroviaria: chi paga i binari

I contribuenti pagano il loro pedaggio. Ma non basta

Stazione centrale di Milano (Credits: ALDO MARTINUZZI/LAPRESSE)

Tra Milano e Roma circa metà dei passeggeri sceglie il treno invece dell’aereo. Già questo offre vantaggi per gli utenti e per il sistema, che di fronte a eventuali shock (come un aumento del carburante) dispone di soluzioni alternative. In più c’è la concorrenza ferroviaria fra Italo e Frecciarossa, che certamente migliorerà servizio e prezzi, ma da sola non lo garantisce: entrambi usano una infrastruttura pagata dai contribuenti versando un pedaggio insufficiente a giustificare l’investimento. La rete è frutto di volontà e denaro pubblico e deve anche servire obiettivi di sviluppo. Un principio che in diversa misura vale per le reti, elettriche, telefoniche, di tubi, ciascuna con differenti modalità di interazione rete-servizio, che perciò richiedono specifiche soluzioni proprietarie e gestionali.

© Riproduzione Riservata

Commenti