Economia

Pensioni, ennesima ingiustizia

Bisogna porre rimedio all'ennesima ingiustizia che penalizza in modo inaccettabile milioni di futuri pensionati sui quali si continua a fare cassa. Occorre intervenire subito inserendo elementi correttivi che evitino ripercussioni forti sulle pensioni, prevedendo un tasso di capitalizzazione minima contro le svalutazioni sopportate in questi anni. È inoltre urgente rivalutare tutte le pensioni, valorizzando gli anni di contribuzione versata, come già avvenuto con l’introduzione della quattordicesima mensilità per le pensioni fino a 700 euro. Tutto questo deve avvenire nell’ambito di politiche per la crescita e lo sviluppo, senza le quali, per via degli effetti del pil sulla rivalutazione dei contributi, il costo della crisi continueranno a pagarlo i lavoratori e i futuri pensionati.

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti