Economia

Da Nokia a Tiger Woods a Lenovo: le notizie per il weekend

Sono cinque curiosità. Hanno tenuto banco sulla stampa estera, e non solo, durante la settimana. Ve le proponiamo per il weekend.

Tiger Woods al British Open Golf Championship, venerdì 20 luglio. (AP Photo/Chris Carlson)

Nokia: la discesa verso l’abisso continua
Ammonta a 1,41 miliardi di euro il passivo del gigante della telefonia che perde ulteriori quote a favore di Samsung e Apple. Le vendite, infatti, sono calate del 19%, con gli smartphone a -34% . Per quanto le azioni di Nokia abbiano registrato un miglioramento, visto che i dati pur negativi sono  stati più rosei delle attese, le agenzie di rating sono concordi: le  azioni di una fra le imprese di maggior successo degli ultimi anni sono  unanimamente considerate “junk”.

Marks & Spencer innova e apre la banca
La catena di grandi magazzini Marks & Spencer ha inagurato i primi conti correnti. Il gigante della distribuzione, infatti, ha aperto la prima filiale delle cinquanta che ha in programma con Hsbc. Destinati ai suoi clienti più affezionati (circa 12 milioni di persone), i conti correnti sono anche un modo per farsi pubblicità, visto che sono abbinati a buoni sconti e voucher regalo da spendere nella catena. Le filiali, inoltre, seguiranno gli orari degli store, con aperture anche fino alle 23. L’offerta di mutui è in programma per il 2013.

Tiger Woods cede il trono (di atleta più pagato)
A due anni di distanza dallo scandalo che lo ha travolto, Tiger Woods è messo al tappeto dal boxeur Floyd Mayweather Jr. che usurpa il titolo di atleta più pagato del mondo , grazie a vittorie che gli sono valse premi per 85 milioni di dollari. Addirittura, Woods scivola in terza posizione, superato da Phil Mickelson, a sua volta giocatore di golf. Il reddito del supercampione, infatti, è passato da 92 milioni del 2009, a 60 nel 2010 e a 54,4 lo scorso anno.

Lenovo: il ceo incassa il bonus, ma lo condivide con i junior
Yang Yuanqing, ceo di Lenovo, fa una cosa che forse nessuno aveva mai fatto prima: distribuisce tre milioni del proprio bonus fra diecimila impiegati junior . Receptionist, assistenti, operai della catena di montaggio riceveranno dunque un extra di 314 dollari da parte del manager. L’azienda ha visto i profitti crescere del 73% lo scorso anno.

Marissa Mayer e lo stipendio da venti milioni (l'anno)
A pochi giorni dall’insediamento, Marissa Mayer continua a fare notizia. Il nuovo ceo di Yahoo, infatti, potrebbe arrivare a portare a casa cento milioni di dollari nei prossimi cinque anni. Il manager, infatti, ha contrattato uno stipendio di un milione di dollari, due milioni in bonus annuali, 42 milioni in stock option e altri riconoscimenti, 14 milioni come compensazione per aver lasciato Google e, incluse assegnazioni gratuite di azioni, Mayer potrà arrivare a venti milioni l’anno. La notizia arriva da un portavoce dell’azienda.

© Riproduzione Riservata

Commenti