Rapporto deficit-Pil al 3,4%: si rischia una nuova manovra

Entro la fine dell’anno occorre trovare almeno 6 miliardi: i dati nel numero di Panorama in edicola dal 26 settembre

I contenuti di questo post sono stati prodotti in autonomia dall’autore che appare nella sezione autore prima dell'inizio del testo, i contenuti di questo post possono essere associati a un brand promozionale tramite la dicitura “sponsorizzato da” oppure “offerto da” con il logo dello sponsor ben visibile.

Enrico Letta (Credits:GABRIEL BOUYS AFP)

Rapporto deficit-Pil al 3,4%: si rischia una nuova manovra

Altro che 3,1 per cento, il rapporto tra deficit e Pil sarebbe addirittura del 3,4.
Lo scrive Panorama nel numero in edicola domani. Autorevoli fonti interne al Pd e al Pdl confermano al settimanale che non sono realistici i dati del 3,1 per cento ribaditi pochi giorni fa dal presidente del Consiglio, Enrico Letta, e che invece entro la fine dell’anno occorre trovare almeno 6 miliardi di euro, cioè una vera manovra finanziaria, prospettiva particolarmente complessa visto il quadro politico.
Il primo atto potrebbe essere la rinuncia a nuove spese di cui si sta discutendo in Parlamento, come l’assunzione di mille vigili del fuoco.

Il buco andrà colmato entro il 15 ottobre, quando il Consiglio dei ministri varerà la legge di stabilità da sottoporre a Bruxelles. Secondo Panorama, dunque, le prospettive per gli italiani sono manovre, aumenti, Tares e altri tagli da 15-16 miliardi nel 2014.

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>