Tasse

Governo Letta, tutte le novità del decreto

Come previsto è stata sospesa la rata di giugno dell’Imu sulla prima casa e si è proceduto al rifinaziamento della Cig in deroga

Il presidente del Consiglio Enrico Letta insieme al ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni alla presentazione del decreto su Imu e Cig (Credits: Imagoeconomica)

Miracoli non dovevano essere, e miracoli non sono stati. Il tanto atteso decreto del nuovo governo, che tra le altre cose, avrebbe dovuto fare chiarezza su Imu e Cig, in effetti mette la parola fine alle discussioni, almeno per il momento, su una serie di temi caldi, ma senza strafare, proprio come preannunciato dallo stesso presidente del Consiglio Enrico Letta. In particolare sul tema della tassa sugli immobili, come ampiamente previsto, è stata congelata la prima rata di giugno solo sulla prima casa e sui terreni e fabbricati agricoli. Niente da fare invece per i beni strumentali, capannoni e negozi, per i quali se ne riparlerà più in là. Un miliardo di euro è stato invece stanziato per coprire la Cassa integrazione in deroga, anche qui mettendo fine a una querelle che andava avanti da giorni. Ma vediamo nel dettaglio quali sono state le principali decisioni in ambito economico adottate oggi dal Consiglio dei ministri e contenute nel decreto in discussione:

-Stipendi ministri: è stata decisa l’eliminazione degli stipendi di ministri, viceministri e sottosegretari che siano membri del Parlamento

-Imu: sul fronte dell’imposta sugli immobili, il governo ha innanzitutto annunciato che procederà a una riforma complessiva dell’imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare, prevedendo forme di deducibilità dell'Imu su capannoni o fabbricati industriali. Nella nuova disciplina tra l’altro sarà ricompresa la Tares, il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. E’ stato anche posto un limite preciso all’introduzione della nuova disciplina che dovrà essere approvata entro il prossimo 31 agosto 2013.

IMU E TARES, ECCO COME VERRANNO ACCORPATE

Sempre per quanto concerne l’Imu poi, il governo ha stabilito la sospensione del pagamento della prima rata sulla prima casa, sulle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie, nonché sugli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) e sui terreni e i fabbricati rurali. Sono escluse dalla sospensione del versamento le abitazioni di tipo signorile, le ville, i castelli o i palazzi di pregio storico o artistico.

IMU, ECCO QUANTO ABBIAMO PAGATO SULLA PRIMA CASA

-Cig in deroga: il Consiglio dei ministri ha deciso l’ulteriore finanziamento dello strumento della Cassa integrazione in deroga per un altro miliardo di euro che si va ad aggiungere ai 990 milioni già stanziati dalla legge 92 del 2012 e che erano finiti.

-Contratti pubblici e di solidarietà: per far fronte all'emergenza occupazionale il governo ha deciso anche di procedere al rinnovo dei contratti di solidarietà e di quelli riguardanti i precari della pubblica amministrazione, almeno fino al prossimo dicembre.

SE SALTA L'IMU I COMUNI CHIEDONO LE COMPENSAZIONI

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti