L’Italia è digitalmente arretrata perché la fibra ottica copre solo il 36% del territorio. Falso. Bisogna andare a vedere i numeri veri per capire come mai da noi l’economia digitale non riesce a decollare. Èquello che ha fatto #Truenumbers, la web serie di approfondimento giornalistico di PanoramaTV visibile in questa pagina.

E i numeri dicono altro: nonostante la banda larga fissa sia disponibile sul 99% del territorio nazionale, e quella mobile sul 98%, gli italiani non comprano online, non usano l’internet banking, solo solo il 53% delle persone ha conoscenze informatiche di base, solo il 59% usa internet abitualmente, i laureati in materie scientifiche e tecnologiche sono appena l’1,3% del totale e, infine, le piccole e medie imprese che vendono i loro prodotti online sono solo il 5% del totale. E si potrebbe continuare.

#Truenumbers, ad ogni nuova puntata, cambia la visione della realtà e, lontano dai luoghi comuni riesce a scovare quelle verità che non spesso si preferirebbe non conoscere. Come in questo caso. Infatti, che cosa significano questi dati? Significano che è vero che la rete a banda larghissima, in fibra ottica, è presente in Italia in misura inferiore rispetto al resto d’Europa, ma è soprattutto vero che gli italiani non usano la miriade di servizi che sono già disponibili oggi con la banda larga. Insomma: ad essere rimasti indietro non sono solo gli investimenti, indietro ci siamo un po’ tutti.

© Riproduzione Riservata

Commenti