Lavoro

Il decreto lavoro è legge: cosa cambia

Via libera alle nuove norme che modificano i contratti a tempo e l'apprendistato e impongono nuove regole anche a chi assume

La Camera ha oggi approvato in via definitiva il decreto legge sul lavoro. I voti a favore del provvedimento sono stati 279, 143 i contrari, 3 gli astenuti – Credits: Thinkstock Photos

Il via libera di Montecitorio ha fatto sì che oggi sia diventata legge il decreto sul lavoro che porta la firma del Ministro Giuliano Poletti. Le modifiche principali rispetto al passato riguardano contratti a termine e apprendistato. Ecco dunque, in definitiva, cosa cambia.

I NUOVI CONTRATTI A TERMINE

LE NOVITA' PER L'APPRENDISTATO

LE 8 MODIFICHE PRINCIPALI AL DECRETO FIRMATE IN SENATO

E INTANTO È PARTITA LA GARANZIA GIOVANI

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La verità sulla disoccupazione in America

Il dato al 6,3% inganna perché indica la popolazione attiva che sta cercando lavoro. Il dato reale è al 12,3 per cento, in leggero calo ma lontano dai livelli accettabili

Commenti