Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Economia

Coca-Cola, Apple, Ibm sul podio dei brand di successo

da 78 a 3,7 miliardi di dollari. Tanto valgono i marchi della classifica di Interbrand

(Credits: AP Photo/Elaine Thompson)

Dopo l'indiscutibile successo come campioni di capitalizzazione , nel 2012 i colossi della tecnologia si affermano anche nella classifica dei brand di maggiore successo .

Nel ventunesimo secolo i marchi sono diventati dei veri e propri beni produttivi, e devono essere gestiti come tali. Vale a dire riorientando la strategia aziendale in maniera da assecondare la sensibilità, gli interessi e i gusti dei potenziali clienti. In maniera da presentarsi sul mercato come marchi capaci di offrire prodotti in primo luogo desiderabili, ma se possibile anche affidabili, e perché no, anche environmental friendly. Un dettaglio che, oggi, in certi settori può fare la differenza.

I SUCCESSI DEI BRAND TECNOLOGICI

Con queste premesse, non stupisce constatare che nelle prime quindici posizioni della classifica di Interbrand sui marchi di maggiore successo ve ne siano addirittura otto che appartengono al mondo della tecnologia. Apple (in seconda posizione con un valore economico di 76 miliardi di dollari, e grazie a una crescita del +129% sul 2011), Ibm (terza posizione, 75 miliardi, +8%), Google (quarta, 70, +26%), Microsoft (quinta, 58, -2%), Intel (ottava, 39, +12%), Samsung (nona, 33, +40%), Cisco (quattordicesima, 27, +7%) e HP (quindicesima, 26, -8%).

Quello di Apple è certamente un risultato strabiliante. Che conferma che il gruppo californiano è riuscito ad accrescere la propria desiderabilità anche dopo la scomparsa di Steve Jobs. Vincendo persino la sua sfida personale contro il colosso di Bill Gates, rimasto per anni stabile alla seconda posizione. E ora "relegato" alla quarta.

PASSI AVANTI PER I COLOSSI AUTOMOBILSTICI ATTENTI ALL'AMBIENTE

Non solo: il fatto che la Mela e l'eterno numero uno della classifica di Interbrand, Coca Cola, siano separati da "appena" un miliardo di valore di mercato, che il re delle bibite sia cresciuto "soltanto" dell'8%, e che l'iPhone5 sia destinato a battere tutti i record di vendite , lascia pensare che fra meno di dodici mesi sarà la squadra di Tim Cook ad assestarsi al vertice. Senza però potersi permettere di dormire a lungo sonni tranquilli. Perché ben due brand tecnologici stanno risalendo la classifica alla velocità della luce. Samsung , che nel 2012 è cresciuta del 40% ed è già arrivata in nona posizione. E Amazon, che grazie a un incremento del 46% si è assicurata la ventesima. Non a caso due aziende che hanno iniziato a offrire sul mercato prodotti simili a quelli di Apple…

Tra gli altri marchi, va certamente segnalata la crescita del 13% di McDonald’s, ma soprattutto il successo di Toyota (30, +9%), Mercedes-Benz (30, +10%) e BMW (29, +18%). Una performance positiva rafforzata dall'ottimo posizionamento delle tre case automobilistiche in un'altra classifica, quella delle migliori aziende "verdi" . Un trionfo che conferma che, quando la desiderabilità di un prodotto non gioca un ruolo esclusivo nella scelta dello stesso, la propensione "ecologica" associata al marchio può fare la differenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>