Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Economia

Auto: vendite in crisi, ma gpl e metano fanno il pieno

I prezzi di benzina e gasolio spingono gli italiani a scegliere vetture con alimentazioni alternative

(Credits: LaPresse)

È vero: le vendite di automobili in Italia sono crollate. Nel solo mese di agosto, i dati dell'Unrae, l'associazione che unisce le case estere operanti in Italia, parlano di un -20,23%. Da gennaio ad agosto il tonfo è stato del 19,86%. La pesante crisi industriale che sta colpendo in questi mesi la Fiat , sta facendo sentire il suo peso. È indubbio.

Ma c'è un "ma". Entrando nello specifico dei dati balza agli occhi il vero e proprio boom di vendite di automobili ad alimentazione alternativa. Se infatti, sempre nei primi otto mesi dell’anno, le macchine diesel, che restano di gran lunga le più vendute, calano da circa 684 mila a 531 mila unità, rispetto al 2011, e quelle a benzina scendono anch’esse da quota 481 mila a 336 mila, di tutt’altro tipo è il segnale che arriva dalle vetture alimentate a Gpl e metano.

Per le prime si registra un balzo da 35mila unità a 78mila, con una crescita sugli otto mesi pari al 122%. Un dato che diventa ancora più significativo se si guarda al solo mese di agosto, durante il quale le vendite di macchine Gpl ha avuto un’impennata addirittura del 155%. Lo stesso, come accennato, vale per le vetture a metano, che da gennaio ad agosto di questa’anno hanno fatto registrare rispetto al 2011, un +43%, passando da 24mila unità a 35mila.

Dunque gli italiani, complice anche l’aumento sconsiderato dei prezzi di benzina e diesel , preferiscono sempre più optare per vetture che possano garantire uso di carburanti a costi ridotti.

Se poi passiamo a fotografare le vendite dei singoli modelli, scopriamo che nella classifica generale ai primi quattro posti si trovano tutte vetture del Gruppo Fiat. A primeggiare troviamo la Panda, con circa 79 mila modelli venduti, seguita dalla Punto a quota 57 mila, dalla Lancia Ypsilon a 32 mila e dalla Fiat 500 a 30 mila.

Per trovare la prima macchina straniera dobbiamo scendere al quinto posto, dove c’è la Ford Fiesta con 29 mila modelli venduti, seguita dalla Citroen C3 con 26 mila, dalla Volkswagen Golf con 24 mila e dalla Volkswagen Polo con 22 mila. Al nono posto si piazza invece ancora un prodotto di casa Fiat, ovvero l’Alfa Romeo Giulietta con 21 mila modelli venduti, e a chiudere la top ten troviamo infine la Toyota Yaris con 18 mila vetture vendute.

Diversa è invece la situazione se concentriamo l’attenzione sulle vetture diesel che, come detto, sono le più ricercate dagli automobilisti italiani, e rappresentano da sole circa il 54% dell’intero mercato. Qui al primo posto troviamo infatti la Volkswagen Golf, che nei primi otto mesi dell’anno ha venduto circa 19.500 modelli.

A seguire, sul podio delle prime tre posizioni, ci sono la Fiat Punto, 19.100 modelli, e l’Alfa Romeo Giulietta con 14 mila. Tutta straniera il resto della classifica, con la Nissan Qashqai a quota 13 mila, così come la Volkswagen Polo, la Citroen C3 e la Ford Focus.

Interessante risulta poi gettare uno sguardo su quelle che sono le graduatorie di alcune categorie di automobili che negli ultimi anni stanno andando sempre più per la maggiore. La prima è sicuramente quella dei monovolume compatti, dove la Fiat risulta completamente assente nelle prime dieci posizioni. A guidare la classifica è la Ford C-Max con 12mila modelli venduti nei primi otto mesi dell’anno, seguita da Mercedes Classe B e Renault Scenic.

Ci sono poi i fuoristrada, una categoria dove in testa troviamo la Volkswagen Tiguan, con 6.476 modelli venduti nei primi otto mesi dell’anno, in aumento tra l’altro rispetto ai 5.005 dello stesso periodo del 2011. A seguire la Bmw X3 e la Land Rover Range Evoque. Per trovare il Suv di casa Fiat bisogna scendere all’ottavo posto, dove troviamo il nuovo Freemont con 3.133 modelli venduti.

Discorso pressoché analogo vale per le station wagon, altro prodotto di grande attrazione negli ultimi anni. Anche qui la Fiat non figura proprio nelle prime dieci posizioni. Al comando troviamo la Ford Focus, con circa 9mila modelli venduti, seguita dalla Opel Astra e dalla Audi A4.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fiat, Marchionne e i numeri del mercato

Se Peugeot può vendere a prezzi più bassi è perché deve smaltire le macchine prodotte in eccesso. Non sta certo meglio di Fiat. Costretta a delocalizzare modelli e lavoro. Il parere di Marco Martina, consulente di Deloitte

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>