Economia

Aerei e auto blu: la spending review di Enrico Letta

Saranno ridotte del 25% le auto di servizio, dimezzati i voli di stato, venduti tre aerei per circa 50 milioni da destinare alla Protezione Civile

Il Presidente del Consiglio Enrico Letta nella sala stampa di palazzo Chigi - Roma, 12 agosto 2013 (Credits: ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

Sono tre le direttive comunicate all'ultimo minuto dal Presidente del Consiglio Enrico Letta. Questa volta riguardano il taglio alla spesa pubblica e vanno a toccare quei beni in mano allo Stato su cui tanto si è discusso nelle ultime settimane: auto blu e mezzi in dotazione alla politica.

- La prima direttiva prevede un'ulteriore riduzione del 25% delle macchine di servizio presso la presidenza de Consiglio dei Ministri; le auto blu in dotazione a Palazzo Chigi vengono dunque ridotte da 60 a 44, escluse quelle in dotazione per esigenze di sicurezza. Viene inoltre superata la distinzione tra auto assegnate in uso non esclusivo (ad esempio, ai capi di gabinetto e ai capi dipartimento) e auto utili per servizi operativi. Le prime potranno essere utilizzate a pieno regime per esigenze comuni all'amministrazione negli orari in cui non saranno necessarie agli assegnatari.

- La seconda direttiva parla del dimezzamento dei voli di Stato. ''Quest'anno, senza mettere in discussione il lavoro svolto dalla flotta aerea'', la presidenza del Consiglio ha operato per ''razionalizzare'' i voli di Stato, con una riduzione delle ore di volo che si prevede saranno ''un massimo di 5.000'' ha detto Letta, che ha aggiunto: "secondo i dati del governo si è passati dalle 10.050 ore del 2010 alle 5.952 del 2012 e si prevede per quest'anno un massimo di 5.000 ore di voli di Stato".

- La terza direttiva fa riferimento alla vendita di tre dei dieci aerei della flotta della presidenza del Consiglio, un Airbus 319 e due Falcon 900, d'intesa con il capo di stato maggiore dell'Aeronautica militare, da cui si prevede di ricavare circa 50 milioni (a cui si aggiungeranno anche i costi di supporto logistico e manutenzione che verranno meno) e che saranno assegnati alla Protezione civile per rimettere in funzione quella parte di flotta antincendio ridotta ai minimi dai tagli delle ultime Finanziarie.

"Vogliamo dare indicazione di un'ulteriore scelta verso la riduzione dei costi e una maggiore efficienza e riduzione dei privilegi'' ha detto il Presidente del Consiglio al termine della presentazione dei tre provvedimenti

© Riproduzione Riservata

Commenti