Cultura

Musei: rivoluzione Franceschini. Ecco cosa cambia

Dal 1° di luglio cambieranno le modalità di accesso ai musei e alle aree archeologiche italiane. Punto per punto il nuovo sistema di orari e tariffe

– Credits: Perseomed/iStock/Thinkstock

Con l'annuncio a sorpresa del Ministro Franceschini parte la rivoluzione di orari e tariffe per accedere ai musei e alle aree archeologiche.

Ecco come:

1. Gli over 65 pagheranno il biglietto. Fino a oggi questa categoria entrava gratuitamente: ma l'analisi dsui dati ha rivelato che più di un terzo dei visitatori non pagava il biglietto, tra cui i numerosi turisti stranieri americani e giapponesi over 65.

2. L' accesso sarà gratis per tutti ogni prima domenica di ogni mese ("Domenica al museo”: porte aperte gratis per tutti in tutti i Musei e i luoghi della cultura statali).

3. Ogni anno saranno organizzate due Notti al Museo al costo di 1 euro.

4. Il venerdì, tutti i luoghi di cultura più importanti (come gli Uffizi, gli scavi di Pompei o il Colosseo) resteranno aperti fino alle ore 22.

5. Resta gratuito l'ingresso per chi ha meno di 18 anni.

7. Riduzione per gli under 25.

8. Alcune categorie, come gli insegnanti, avranno l'accesso gratuito.

Come riporta l'Ansa: "L'intervento su orari e tariffe dei Musei, fa notare appassionato Franceschini, si somma agli altri provvedimenti voluti per il settore dal governo, in primis il decreto per l'Art Bonus, che prevede le defiscalizzazioni al 65 per cento per i privati disposti ad investire sul patrimonio culturale italiano, ma anche l'introduzione della figura del manager che nei grandi Musei andra' ad affiancare il soprintendente, nonche' il rientro nelle casse dei singoli Musei dei soldi prodotti dalla bigliettazione (che prima tornavano al Tesoro per poi essere solo in parte ridistribuiti al Mibact), un meccanismo quest'ultimo, sottolinea, ''che responsabilizza e spinge a comportamenti virtuosi'

© Riproduzione Riservata

Commenti