Libri

Valerio Massimo Manfredi, Il mio nome è Nessuno - Video: l'autore ci racconta Ulisse

L'archeologo scrittore torna con un nuovo libro dedicato all'eroe acheo, mito immortale sopravvissuto a ventisette secoli. In esclusiva cinque clip in cui ci illustra il rapporto di Odysseo con il mare, le donne, gli dei...

Valerio Massimo Manfredi

Personaggio fascinoso, eroe che non si ferma mai, tanto mitico quanto umano. Ulisse è l'uomo dal multiforme ingegno le cui gesta tramite l'Iliade e soprattutto l'Odissea di Omero restano immortali. E ora dal passato e dalla mitologia greca ritorna, per parlarci in prima persona, nel nuovo libro di Valerio Massimo Manfredi Il mio nome è Nessuno (edito dal 6 novembre da Mondadori, 353 pagg.).

L'archeologo scrittore, dopo essersi occupato di Alessandro Magno, ora si dedica al re di Italia di omerica memoria. Ulisse, tramite la penna di Manfredi, si racconta con tutta l'umanità e il coraggio che lo hanno reso, lungo ventisette secoli, più immortale di un dio. Dalla nascita nella piccola, rocciosa Itaca alla formazione di uomo e di guerriero al fianco del padre Laerte, dalle braccia materne della nutrice Euriclea al vasto mare da navigare sino a Sparta, dalla abbagliante e pericolosa bellezza di Elena all'amore per Penelope, dal solenne giuramento tra giovani principi leali al divampare della tremenda discordia.

Primo di due volumi, il romanzo segue Odysseo (vero nome dell'eroe acheo) fino alla resa di Troia, grandiosa e terribile. Prima ancora che inizi il nòstos – lo straordinario viaggio di ritorno – l’avventura già è costellata di incontri folgoranti, segnata da crisi profonde, dominata dall'intelligenza e dall'ardimento di un uomo capace, passo dopo passo, di farsi eroe.

La figura di Odysseo ha avuto lo straordinario destino di "reincarnarsi" infinite volte: i più grandi poeti lo hanno cantato, la sua orma profonda e sempre nuova è riconoscibile nei testi più importanti della letteratura di ogni tempo, a ogni latitudine. Attingendo all'immensa messe di miti che lo vedono protagonista, Valerio Massimo Manfredi in Il mio nome è nessuno porta però alla luce episodi e personaggi che non conoscevamo, fa scoprire un intero universo brulicante di uomini, donne, imprese gloriose o sventurate. Ci mostra come accanto a quel personaggio fluisca gran parte dell'epos greco: Alcesti, le fatiche di Herakles, i sette contro Tebe, gli Argonauti, oltre ai due poemi di Omero.

Il tutto raccontato tramite la voce stessa di che disse di chiamarsi Nessuno.

Il mio nome è Nessuno
di Valerio Massimo Manfredi
Mondadori
353 pagg., 19 euro

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>