Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Topolino compie 80 anni

Lunga vita al magazine della banda Disney

Se state leggendo quest'articolo è probabile che anche voi, come chi scrive, abbiate maneggiato Topolino per un lungo periodo della vostra vita. Nell'infanzia e anche un po' dopo. Forse siete stati iscritti al Club di Topolino, convinti di ricavarne un vantaggio iniziatico mai del tutto chiarito; e leggendo avete sviluppato l'insana passione per le torte giganti e colorate cui si ispira il moderno cake design; e qualche volta ancora oggi vorreste tuffarvi in un mare di monete d'oro, come Paperone, o avere la soluzione ingegnosa per cavarvi dalle difficoltà come Archimede Pitagorico (e questo anche dopo aver scoperto che ha preso in prestito il nome da uno scienziato vissuto nel 200 A.C.).

E sono pensieri universali, che ci uniscono. Prima e dopo di voi (di noi) milioni di persone hanno fatto gli stessi sogni, per rimetterli in un cassetto nello stesso, imprecisato, momento dell'adolescenza. Perchè Topolino in questi giorni compie i suoi primi 80 anni. E se la matematica non è un'opinione, deve aver fatto quest'effetto a tre o quattro generazioni di italiani. Proprio così: Italiani. Topolino, nonostante l'imprinting americano di Walt Disney è stato e rimane uno dei più lucidi esempi di design narrativo Made in Italy. Le avventure più belle sono portano la firma di autori italiani. E ancora oggi i 2/3 delle storie di Mickey Mouse pubblicate nel mondo sono scritte e disegnate nel nostro paese. L'avreste mai detto?

E' una delle tante cose che scoprirete girando per la mostra Storie di una storia, realizzata dalla Walt Disney Company Italia in collaborazione con la Fondazione Franco Fossati, al WOW - Spazio Fumetto di Milano (fino al 20 gennaio 2013). Personalmente ne ho scoperte anche altre, sorprendenti...

  • Che durante il fascismo Topolino smise per un po' le sembianze del "topo" e assunse quelle di un fanciiullo. E anche Pippo cambiò aspetto, umanizzandosi.
  • Che sempre durante il ventennio le nuvole dei fumetti vennero messe fuorilegge, lasciando spazio a delle sobrie, italiche, didascalie.
  • Che dal 1949 al 1980 Topolino è stato diretto dalla stessa persona, il grande Mario Gentilini.
  • Che Paperinik è italiano: l'hanno creato Elisa Penna, Guido Martina e Giovan Battista Carpi sul finire degli anni 60.
  • Che negli anni 90 Topolino ha avuto soggettisti del calibro di Mario Monicelli e Enzo Biagi.
  • Che Topolino lo leggono circa due milioni di persone, ogni settimana. E che due terzi di loro hanno più di tredici anni (molti di più).
  • E che le tavole pubblicate su Topolino dal primo numero ad oggi sono la bellezza di... un milione (E non è una leggenda metropolitana, ma la rivelazione di una fonte autorevole: l'attuale direttrice di Topolino, Valentina De Poli).
© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>