Libri

Shakespeare protagonista del primo crowdsourcing della letteratura

È tutto italiano ‘The Global Hamlet’, il primo esperimento di produzione letteraria collettiva popolare

The Global Hamlet

The Global Hamlet – Credits: www.globalhamlet.org

Dopo le prove narrative su Twitter , Internet e la letteratura si incontrano di nuovo in un altro esperimento creativo, tutto made in Italy. Si chiama The Global Hamlet ed è il tentativo di riscrivere un’opera letteraria attraverso i contributi che provengono dal popolo del web, seguendo il principio del crowdsourcing.

In sostanza, centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo possono fornire sul sito le proprie traduzioni, annotazioni e illustrazioni dell’Amleto di William Shakespeare, concorrendo così alla realizzazione del primo grande esperimento di elaborazione letteraria collettiva mai realizzato.

"Global come Internet e come il Globe Theather, quello di Shakespeare. Hamlet come il più famoso eroe tragico della modernità e come la parola inglese che significa villaggio. È il nuovo villaggio globale della letteratura": queste le parole usate dal team di The Global Hamlet per presentare il progetto, nato in Italia dalla mente del saggista e traduttore Antonio Barillari, che assieme a una squadra di esperti editor raccoglierà e ordinerà tutto il materiale per poi passare alla pubblicazione.

L’iniziativa ha già trovato sponde utili in Spagna, Sud America, Regno Unito e Olanda. Molte università e istituzioni hanno fornito il loro patrocinio, certificando la serietà e qualità dell’idea. Nella lista ci sono nomi come La Sapienza di Roma, la Cattolica di Milano, l’Universidad Complutense di Madrid, l’Université de Liège, l’Università di Norimberga e molte altre.

The Global Hamlet è attualmente nella lista di candidati ad accaparrarsi il finanziamento messo in palio dal sito Che-Fare.com , una piattaforma online che premia i migliori progetti culturali.

© Riproduzione Riservata

Commenti