Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Stephen King compie gli anni. 5 raccolte di racconti per festeggiare

Per fare gli auguri al maestro del brivido, riscopriamo le sue migliori collezioni di storie brevi

stephen-king_image

Un'immagine di Stephen King – Credits: ANSA/EPA/CJ GUNTHER

Compie oggi 65 anni Stephen King, ma, nonostante l'età che avanza, sembra che lo scrittore americano non abbia alcuna intenzione di fermarsi. La prova sono le recenti pubblicazioni e gli annunci di nuovi lavori, come quello della prossima uscita di Doctor Sleep , il seguito del mitico Shining (Bompiani).

Dal debutto nel 1974 con il romanzo Carrie (Bompiani), King ha scalato le gerarchie dell’olimpo letterario, diventando uno dei più famosi e venduti scrittori dei nostri tempi.
Ma se opere come L’ombra dello scorpione (Bompiani), It (Sperling & Kupfer) o il suo ultimo successo 22/11/'63 (Sperling & Kupfer) lo hanno consacrato presso il grande pubblico, non vanno dimenticati i suoi innumerevoli racconti, in cui spesso King ha mostrato ancora di più le sue eccellenti qualità di narratore.

Ecco allora, come regalo di compleanno, cinque tra le migliori raccolte di racconti firmate Stephen King.

A volte ritornano (Bompiani)
Si tratta della prima antologia del maestro del brivido, datata 1978. Raccoglie una carrellata di storie apparse su varie riviste negli anni Settanta. Ci sono vampiri, demoni, creature che vivono nell'armadio e ogni sorta di altri terrori. Da questa raccolta sono stati tratti una decina di film, come L’occhio del gatto di Lewis Teague  o Il tagliaerbe di Brett Leonard.

Scheletri (Sperling & Kupfer)
Nel 1985, sette anni dopo A volte ritornano, Stephen King sforna quest’altra raccolta di diciannove racconti, una novella e due componimenti poetici. Tra questi anche L’immagine della Falciatrice, scritto quando l’autore aveva appena diciotto anni, e Per Owen, una poesia dedicata al figlio.

Quattro dopo mezzanotte (Sperling & Kupfer)
Questo volume del 1990 è composto da quattro agghiaccianti romanzi brevi. Nel primo, I langolieri,  tutti i passeggeri di un aereo, ancora svegli durante il volo, spariscono. Rimangono solo quelli addormentati che al risveglio devono affrontare un incubo. Il secondo, Finestra segreta, giardino segreto ha come protagonista uno scrittore e una misteriosa storia di plagio. Il poliziotto della biblioteca è ispirato a una paura di un figlio di King, che non voleva andare in biblioteca perché spaventato dall’agente che la piantonava. Nell’ultimo racconto, Il fotocane, un’inquietante polaroid sembra avere vita propria.

Incubi e deliri (Sperling & Kupfer)
È forse la più famosa collezione di Stephen King; va a completare, con Scheletri e A volte ritornano, una trilogia che raccoglie il meglio della produzione di racconti della prima parte della sua carriera. Contiene ventidue storie, oltre a un saggio sportivo e un piccolo componimento poetico.

Notte buia, niente stelle (Sperling & Kupfer)
Riprendendo la formula di Quattro dopo mezzanotte, anche in questo volume King ha raccolto quattro racconti lunghi, tenuti insieme dai concetti di scelta e speranza. Uscito nel 2010, ha immediatamente raccolto un buona risposta da parte della critica e del pubblico, dimostrando che a 32 anni dalla prima antologia l’ispirazione del maestro è ancora intatta.

-------------------------

A volte ritornano (Bompiani)
Scheletri (Sperling & Kupfer)
Quattro dopo mezzanotte (Sperling & Kupfer)
Incubi e deliri (Sperling & Kupfer)
Notte buia, niente stelle (Sperling & Kupfer)

Shining (Bompiani)
Carrie (Bompiani)
L’ombra dello scorpione (Bompiani)
It (Sperling & Kupfer)
22/11/'63 (Sperling & Kupfer)

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>