Libri

Rita Levi Montalcini: 5 libri per ricordarla

Ecco l’eredità del grande Premio Nobel da poco scomparso, in una lista di titoli utili a ricordarne l’esemplare vita e i preziosi contributi scientifici

Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini – Credits: ANSA

I giorni di festa sono stati macchiati dalla perdita di una personalità importante, che ha segnato la storia d’Italia lungo tutto un secolo. Rita Levi Montalcini è scomparsa a 103 anni, lasciandoci il ricordo di un simbolo a cui guardare, come esempio di vita e di altissimi principi umani.


I frutti del suo impegno scientifico e umanitario, delle sue ricerche, di ogni pensiero o intervento sono ora la preziosa eredità che ci rimane, e che rendono immortale la grande donna di scienza.

Abbiamo così selezionato cinque libri per rendere omaggio a Rita Levi Montalcini e ricordarne l’opera e l’importanza.

La clessidra della vita di Rita Levi-Montalcini (Dalai Editore)
Scritto con l’aiuto di Giuseppina Tripodi, storica collaboratrice della Montalcini, questo libro permette di avvicinarsi all’emblematica vita della scienziata. Si restituiscono al lettore, anche attraverso particolari inediti, i temi, il pensiero e il senso di un’esistenza votata alla ricerca e alla conoscenza. È in qualche modo un tentativo di contagiare le persone con l’alto esempio dell’impegno della first lady della scienza, una sorta di mappa per chi si sente smarrito di fronte alle sfide che la vita può riservare.

L'asso nella manica a brandelli (Dalai Editore)
La vecchiaia e i suoi problemi si possono affrontare con serenità e sicurezza. Lo spiega in questo libro la Montalcini, che con taglio scientifico dimostra come il cervello umano sia in grado di sostituire le prerogative perse nel corso degli anni con altre che possono compensarle e talvolta superarle. Tante sono le personalità prese a esempio, come Michelangelo, Galileo Galilei, Pablo Picasso o Bertrand Russell.

Cronologia di una scoperta (Dalai Editore)

Nel 1986 Rita Levi Montalcini ricevette il Premio Nobel per la medicina grazie alla scoperta, nel 1952, del fattore di accrescimento della fibra nervosa o NGF (Nerve Growth Factor). In quest’opera troviamo la storia di questa importante avventura scientifica che ancora oggi dona i suoi frutti, sia in campo accademico che tra i profani della materia, che ritrovano nel lavoro e nella carriera della grande scienziata un esempio umano da seguire.

Elogio dell'imperfezione (Dalai Editore)
Spiega la Montalcini che "L'imperfezione ha da sempre consentito continue mutazioni di quel meraviglioso e quanto mai imperfetto meccanismo che è il cervello dell'uomo.”, dunque una componente fondamentale dell’evoluzione, tanto importante da meritare un elogio. Ed è ciò che la scienziata fa in questo libro, che si può considerare anche come una sorta di autobiografia, visto l’ampio spazio dedicato alla scoperta del fattore di crescita nervoso (NGF) e delle ricerche che l’hanno portata a ricevere il Premio Nobel.

Senz'olio contro vento (Baldini Castoldi Dalai Editore)
In questo singolare libro, la Montalcini si confronta con dieci personalità scelte tra i tanti personaggi che ha conosciuto nel corso della sua lunga vita. In comune hanno il fatto di aver affrontato il difficile mare dell’esistenza con determinazione e coraggio. Sono figure che, secondo la scienziata, possono riscattare la specie umana con il loro esempio di vita. Ci sono il nipote, Guido Montalcini, segnato da una tragica malattia, il partigiano ventenne Giacomo Ulivi, fucilato in una piazza di Modena, una poetessa, Maria De Laude, con le sue doti liriche e, l’indimenticato amico Primo Levi.

--------------------

- La clessidra della vita di Rita Levi-Montalcini – con Giuseppina Tripodi (Dalai Editore)
- L'asso nella manica a brandelli - (Dalai Editore)
- Cronologia di una scoperta - (Dalai Editore)
- Elogio dell'imperfezione - (Dalai Editore)
- Senz'olio contro vento - (Baldini Castoldi Dalai Editore)

© Riproduzione Riservata

Commenti