Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Ray Bradbury: "Scrivete un racconto a settimana"

Breve ricordo del maestro della scrittura che ci ha lasciato quando la sua ironia era ancora in perfetta salute

Ray Bradbury nel 1997 (Ap-Photo)

Ci ha raggiunto ieri la notizia della scomparsa di Ray Bradbury . Ora, stavo per scrivere "della prematura scomparsa di Ray Bradbury", poi ho tristemente pensato che a 91 anni non c'è nulla di prematuro.
Eppure abbiamo tutti la sensazione che Bradbury sia venuto a mancare troppo presto.
Questo per un semplice motivo: perché la sua immaginazione, la sua ironia, il suo incredibile sense of humor, erano ancora in perfetta salute.

Non sto parlando di un vecchiettino simpatico pieno di aneddoti della sua vita in bianco e nero, ma di un uomo ancora in grado di immaginare e sognare. Certo, si potrebbe dire un visionario, ma è un termine che col tempo è diventato "logoro e abusato", come direbbe il mio correttore automatico. Però quello di immaginare, sognare il futuro è stato effettivamente il suo lavoro per anni.
Con costanza e convinzione, Bradbury ha scritto per una vita intera - il suo ultimo romanzo, Addio all'Estate è del 2006 - e consigliava a tutti noi di farlo.
Nella straordinaria raccolta di saggi Lo Zen e L'Arte della Scrittura, oltre a raccontare di aver scritto Fahreneit 451 su macchine da scrivere "a tempo" presso la biblioteca dell'Università della California, consigliava a chiunque si volesse cimentare nella letteratura di scrivere almeno un racconto a settimana. Lo ribadì poi in diverse occasioni nei suoi incontri pubblici: almeno un racconto a settimana.
Non importa la qualità e non importa nemmeno l'ispirazione: si può cogliere una scinitilla d'interesse anche in un cataologo o una rivista di meccanica. L'importante è avere costanza e prendere confidenza con il proprio flusso, per poi lasciarsi andare e cominciare a sognare.
Ray Bradbury ha continuato a fare al meglio il suo lavoro fino all'ultimo, dimostrando una passione e un amore senza pari:
"L'amore è al centro della vostra vita. Dovete amare ciò che fate e dovete fare ciò che amate".

Un regola semplice che in pochi hanno avuto la fortuna di rispettare e onorare nel corso della propria vita. Ray Bradbury era uno di questi.
La puntata di The Big Read con l'incontro con Bradbury

Uno spot dei '60 delle prugne... con Ray Bradbury come protagonista

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>