Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Presi nella Rete di Raffaele Simone: come cambia la mente ai tempi del web

In un saggio Garzanti, il noto linguista italiano prova a ragionare sulle radicali mutazioni che i nuovi media ci hanno imposto

(Credits: Ansa)

Partiamo da una parola: esattamento. Proviene dalla biologia e – come sostiene Raffaele Simone – contiene un’evidente strizzata d’occhio ad un’altra parola, adattamento, cioè il processo in cui la funzione crea l’organo.

In realtà nell’esattamento avviene il contrario: “Funzioni e bisogni prima inesistenti vengono alla luce e diventano perfino urgenti appena si rende disponibile un mezzo tecnico capace di soddisfarli. In tal modo, il nuovo organo, che può anche esser nato per caso (per esempio, a seguito di un’invenzione industriale), genera dal nulla nuovi impulsi, bisogni e necessità”.

L’esattamento è una buona metafora del cambiamento drastico nel modo di formarsi le conoscenze che stiamo vivendo negli ultimi anni. Del libro di Raffaele Simone (Presi nella Rete , Garzanti) non è la parola decisiva, ma è senz’altro una delle parole chiave.

Simone – linguista internazionalmente affermato, già noto per alcune stimolanti incursioni che in parte esulano dal suo ambito di studi – qui racconta i cambiamenti imposti dai media che ci circondano alla nostra mente.

Il tema non è inedito, ma il saggio ha un indubbio merito, anzi due. Il primo è quello di pescare i suoi riferimenti in una trasversalità di citazioni e di ambiti davvero ampli. Il secondo, quello di evitare pregiudiziali e pretestuosi arroccamenti in posizione di retroguardia.

Il risultato è un volume che ha l’efficacia di un pamphlet, ma che riesce a garantire una ricognizione esaustiva dei temi e delle posizioni prese dall’ormai affollatissima pubblicistica di settore.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>