Tempo di libri
Libri

Premio Strega 2017: i 12 libri finalisti

A Tempo di Libri è stata annunciata la dozzina in corsa per la 71^ edizione

A Tempo di Libri, la nuova fiera dell'editoria italiana in corso a Milano dal 19 al 23 aprile, sono stati annunciati i 12 libri finalisti del Premio Strega 2017, alla sua 71^ edizione.
Una novità nella novità: l'annuncio è avvenuto nel padiglione 2 di Rho Fiera, dove debutta la nuova kermesse voluta dall'Associazione Italiana Editori, che anticipa lo storico Salone del Libro di Torino in programma a maggio.

LEGGI ANCHE: Tempo di Libri, le cose da sapere

Quali sono i 12 finalisti del Premio Strega 2017
Ecco i dodici candidati al Premio Strega 2017 scelti tra i 27 candidati.

1) La più amata (Mondadori) di Teresa Ciabatti, presentato da Stefano Bartezzaghi e Edoardo Nesi

Teresa Ciabatti nel suo libro più autobiografico, La più amata, racconta un percorso di "liberazione", parlando della sua famiglia e della sua vita. La giornalista-scrittrice e sceneggiatrice, 44 anni, fa i conti con la figura del padre Lorenzo Ciabatti, il Professore, come lo chiamavano tutti, primario dell'ospedale di Orbetello, fascista convinto, amico di Licio Gelli, che conservava lingotti d'oro cifrati nel cassetto del comodino, al quale gli amici intonarono Faccetta nera al matrimonio.
Compra il libro -  Scarica l'ebook

2) Le otto montagne (Einaudi) di Paolo Cognetti, presentato da Cristina Comencini e Benedetta Tobagi

Libro che ricorre spesso nelle top ten italiane dei libri più venduti, ha nella montagna, nella sua scarna bellezza, dura e selvaggia, la protagonista. La paternità, l'amicizia e gli affetti coniugali si fondano e rifondano sotto il monte Rosa. I personaggi di questo romanzo non riescono a fare a meno di quei monti, vanno e ritornano, senza mai lasciarli veramente. - RECENSIONE
Compra il libro - Scarica l'ebook

3) Gintonic a occhi chiusi (Giunti) di Marco Ferrante, presentato da Pierluigi Battista e Antonella Cilento

Romanzo antropologico, saga, cronaca, satira, affresco collettivo, il libro dello scrittore pugliese è il ritratto impietoso di una famiglia borghese sullo sfondo di una Roma bella, decomposta, sprezzante, politica e alcolica. Una famiglia alle prese con la deriva sentimentale dei quarantenni e con i contrapposti egoismi di genitori e figli. I protagonisti sono i tre fratelli Misiano.
Compra il libro - Scarica l'ebook

4) La compagnia delle anime ferite (Neri Pozza) di Wanda Marasco, presentato da Paolo Di Stefano e Silvio Perrella

Dopo Il genio dell’abbandono, Wanda Marasco torna a raccontare Napoli e i segreti della sua commedia umana in un romanzo di soprusi subìti e inferti, di fragilità e di ferocia. Dalla collina di Capodimonte, la "Posillipo povera", Rosa guarda Napoli e parla al corpo di Vincenzina, la madre morta. Le parla per riparare al guasto che le ha unite oltre il legame di sangue e ha marchiato irrimediabilmente la vita di entrambe.
Compra il libro

5) Le notti blu (Perrone) di Chiara Marchelli, presentato da Elisabetta Mondello e Giorgio van Straten

Al centro del libro, ambientato tra gli Stati Uniti e l'Italia, ci sono Michele e Larissa, italiani a New York dalla vita agiata, una solida coppia di mezza età intenta a leccarsi inutilmente le ferite per guarire dal dolore più grande, la morte dell'unico figlio Mirko suicidatosi per depressione. Marchelli indaga nelle pieghe di questa famiglia "amputata", andando a ritroso per svelare retroscena e segreti ingombranti.
Compra il libro - Scarica l'ebook

6) Malaparte. Morte come me (Baldini&Castoldi) di Monaldi&Sorti, presentato da Franco Cardini e Lucio Villari

Curzio Malaparte, controverso scrittore toscano morto nel 1957, noto per il romanzo La pelle e per i suoi stretti rapporti con il fascismo, viene raccontato immergendosi in uno spaccato dell'epoca, che riporta a feste, camice nere, SS, amori e conversioni, in un intreccio romanzato dai due autori Rita Monaldi e e Francesco Sorti, compagni di penna e anche nella vita.
Compra il libro - Scarica l'ebook

7) È giusto obbedire alla notte (Ponte alle Grazie) di Matteo Nucci, presentato da Annalena Benini e Walter Pedulla

Un'avventura di dolore e rinascita nel cuore mitologico e moderno di una Roma sconosciuta. Laddove il Tevere crea un’ampia ansa prima di correre verso il mare, vivono uomini e donne che sembrano essersi incontrati solo grazie alle rispettive necessità. Fra baracche e chiatte, uniti dalla gestione di una trattoria improvvisata, mentre si alternano in pic­coli lavori nei campi, hanno formato una comunità fuori dal tempo. Qui viene accolto un uomo in fuga.
Compra il libro - Scarica l'ebook

8) Amici per paura (Sem) di Ferruccio Parazzoli, presentato da Giorgio Ficara e Sergio Zavoli

Dalla nuova casa editrice milanese Sem, la prima a pubblicare su cartaceo, ebook e audiolibro, un romanzo ambientato nella Roma del 1943, quando bombe, miseria, occupazione nazista, sfollamenti verso la campagna, rastrellamenti e deportazioni sono la vita di ogni giorno. Anche per il protagonista Francesco, che fino a poco prima viveva la guerra come una cosa da eroi su carta, tra Mandrake, Dick Fulmine e Flash Gordon.
Compra il libro - Scarica l'ebook

9) Il senso della lotta (Fandango Libri) di Nicola Ravera Rafele, presentato da Filippo La Porta e Paola Mastrocola

Un romanzo in cui il presente fa i conti con il passato. Le Brigate Rosse e gli anni di piombo sono visti con gli occhi di Tommaso, orfano di terroristi. Seguendo prima una intuizione, e poi una serie di verità sempre più sorprendenti, Tommaso comincia un’inchiesta sulla vita dei suoi genitori prima che lui nascesse. Si addentra così in quel territorio inesplorato che va dal 1969 al 1984.
Compra il libro - Scarica l'ebook

10) Un'educazione milanese (Manni) di Alberto Rollo, presentato da Giuseppe Antonelli e Piero Dorfles

Il romanzo di una città e di una generazione. Una ricognizione autobiografica e il racconto della città che l'ha ispirata, Milano. Si entra nella storia dagli anni Cinquanta: l’infanzia nei nuovi quartieri periferici, con le paterne “lezioni di cultura operaia”, le materne divagazioni sulla magia del lavoro sartoriale, la famiglia comunista e quella cattolica, le gite in tram, le gite in moto, la morte di John F. Kennedy e quella di papa Giovanni, Rocco e i suoi fratelli, l’oratorio, il cinema, i giochi, le amicizie adolescenziali. - RECENSIONE
Compra il libro - Scarica l'ebook

11) Le cento vite di Nemesio (E/O) di Marco Rossari, presentato da Giancarlo De Cataldo e Fabio Geda

Un romanzo surreale in cui tra storia e invenzione sfilano gli amori e le passioni di tutta un'era, la Parigi bohémienne e la Germania di Weimar, l'Italia fascista e l'intransigenza del PCI. Da una parte Nemesio, che vive una vita grigia e non parla con il padre da anni. Dall'altra il padre, grande pittore che ha avuto una vita più che piena. Chiamato al capezzale del padre malato, rivivrà le cento vite di un uomo sconosciuto, di un mondo lontanissimo eppure vivo.
Compra il libro - Scarica l'ebook

12) La stanza profonda (Laterza) di Vanni Santoni, presentato da Silvia Ballestra e Alessandro Barbero

Un romanzo ibrido, tra il memoir e l’affresco sociale, per raccontare la storia dei giochi di ruolo, passatempo nato in un garage e arrivato a gettare le basi non solo di un immaginario divenuto egemone ma anche di una parte consistente della realtà che viviamo ogni giorno semplicemente usando internet.
Compra il libro - Scarica l'ebook

 

Quando sarà la finale del Premio Strega 2017
La votazione per selezionare la cinquina dei finalisti avrà luogo in Casa Bellonci a Roma, sede della Fondazione, il 14 giugno
La finale del Premio Strega 2017, quando a sfidarsi saranno solo 5 libri, si svolgerà il 6 luglio al Ninfeo di Villa Giulia a Roma.  

Le novità nella giuria del Premio Strega
La giuria del Premio Strega si allarga e guarda all'estero. 
Ai tradizionali 400 Amici della Domenica e ai 40 lettori forti selezionati dalle librerie indipendenti italiane associate all'agenzia libraria ALI, quest'anno si aggiungono 20 voti collettivi espressi da scuole, università e biblioteche e 200 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 20 Istituti italiani di cultura all'estero.

Il numero dei votanti raggiunge quindi un totale di 660 aventi diritto. "Quando nacque il Premio Strega, Maria Bellonci parlò di una giuria ampia e democratica, con numero elevato di votanti, non solo del mondo editoriale. Noi vogliamo continuare con un'innovazione che rafforza la tradizione", ha detto a Tempo di Libri Giovanni Solimine, nuovo presidente della Fondazione Bellonci che organizza il Premio. Così saranno "circa mille le persone coinvolte nella scelta del vincitore e, se a queste si aggiunge il Premio Strega Giovani, si arriva a 1.500 votanti".
Per le biblioteche sono stati coinvolti "15 circoli di lettura di Roma e i 20 istituti italiani di cultura sono presenti nelle capitali più significative nel mondo, da New York a Tokyo a San Paolo del Brasile. È un modo non solo per rispondere a un'esigenza di internazionalizzazione, ma per capire come da fuori giudicano il nostro Paese".

Quali sono i 27 finalisti del Premio Strega 2017
I 12 finalisti sono stati scelti tra 27 libri candidati. Oltre ai 12 elencati sopra, ecco quali erano gli altri contendenti dei 27:

Appunti di meccanica celeste (Nutrimenti) di Domenico Dara, presentato da Valeria Parrella e Andrea Vitali
La figlia femmina (Fazi) di Anna Giurickovic Dato, presentato da Maria Ida Gaeta e Giuseppe Leonelli
Bibbia pagana (Clichy) di Giorgio Dell'Arti, presentato da Fulvio Abbate e Raffaele La Capria
Solo se c'è la luna (Marsilio) di Silvana Grasso, presentato da Lucia Annunziata e Salvatore Silvano Nigro
E invece io (Robin) di Davide Grittani, presentato da Maria Cristina Donnarumma e Roberto Pazzi
Il castrato di Vivaldi (Biblioteca dei Leoni) di Gian Domenico Mazzocato, presentato da Maurizio Cucchi e Paolo Ruffilli
Tokyo transit (66th&2nd) di Fabrizio Patriarca, presentato da Raffaele Manica e Alessandro Piperno
Mangia con gli occhi (Aracne) di Carmela Pierri, presentato da Antonio Augenti e Simonetta Bartolini
Don Ponzio Capodoglio (Marsilio) di Giorgio Pressburger, presentato da Gianfranco De Bosio e Massimo Raffaeli
Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé… (Felix Krull) di Lodovica San Guedoro, presentato da Maria Rosa Cutrufelli e Dacia Maraini
Il punto che non conosco (Licosia) di Luigi Sardiello, presentato da Masolino d’Amico e Franco Di Mare
Orfeo 9 – Then an Alley (Argo) di Tito Schipa Jr., presentato da Paolo Ferruzzi e Marcello Panni
Grande nudo (Neo) di Gianni Tetti, presentato da Raffaella Morselli e Massimo Onofri
Orientalia (Round Robin) di Alberto Toso Fei e Marco Tagliapietra, presentato da Roberto Ippolito e Mimmo Paladino
La traiettoria dell’amore (Laurana) di Claudio Volpe, presentato da Francesca Pansa e Carla Tagliarini

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti