Libri

È morta Nadine Gordimer, scrittrice premio Nobel

L'attivista anti-apartheid è mancata nella sua casa di Johannesburg all'età di 90 anni

Nadine Gordimer – Credits: Ansa/EPA/Alejandro Ernesto

Nadine Gordimer è mancata a 90 anni. Attivista bianca anti-apartheid e scrittrice sudafricana che ha pubblicato più di 30 libri, è morta nella sua casa di Johannesburg.  

Era conosciuta per romanzi come Il conservatore (1974), che le fece vincere il Booker Prize, e La figlia di Burger (1979). Le venne conferito il Premio Nobel per la letteratura nel 1991 perché - così diceva la motivazione - "con la sua scrittura epica magnifica è stata di notevole beneficio all'umanità".

La Gordimer era grande amica di Nelson Mandela che volle vederla appena uscito dal carcere. Nei suoi scritti, come Una forza della natura (1987), aveva raccontato la difficoltà dei rapporti interrazziali, spiegando i fattori politici e culturali che hanno favorito l'apartheid. 

Pochi mesi fa, lo scorso marzo, aveva annunciato di essere malata di cancro al pancreas e aveva detto addio alla scrittura mentre stavano per uscire in Italia i suoi Racconti di una vita, 17 storie scritte fra il 1952 e il 2007, pubblicate da Feltrinelli, per cui uscirà in ottobre la raccolta di scritti e articoli Tempi da raccontare-Scrivere e vivere.

"Era forte, intelligente, battagliera" ha detto all'Ansa Inge Feltrinelli, "e ha dimostrato che una donna può combattere per le cose vere, importanti, per la giustizia e l'eguaglianza fra le persone". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nelson Mandela, 5 libri per capirlo

Il leader sudafricano è stato un eroe per il suo paese, ma anche un'icona globale. Molti i libri su di lui, alcuni scritti di proprio pugno

Doris Lessing e la sua Africa

Tre romanzi, tre epoche e uno sguardo unico per ricordare la scrittrice premio Nobel e la terra in cui è cresciuta

Commenti