Libri

“L’amore è la cura”. Elton John si confessa

La popstar fa il suo esordio nelle librerie con un autobiografia, tra riflessioni sulla sua carriera e l’impegno nella lotta contro l’AIDS

Elton John

Un'immagine di Sir Elton John – Credits: EPA / Alessandro Della Bella

Dal palco alla macchina da scrivere: è il passo fatto recentemente da una delle più grandi stelle della musica internazionale. Si tratta della sortita editoriale di Elton John, in libreria con il volume L’amore è la cura, edito da Bompiani.

In questo libro autobiografico, oltre a ripercorrere la sua carriera, la popstar compie innanzitutto una profonda valutazione sul suo impegno nella lotta contro l’AIDS.

Tutto partì negli anni Ottanta, quando Elton John si imbatté nella storia di Ryan White , un ragazzo tredicenne dell’Indiana che a causa di una trasfusione infetta aveva contratto il virus dell’HIV. Una volta diagnosticata la malattia, i medici decretarono una prognosi di soli sei mesi di vita. Ma Ryan riuscì a sopravvivere per altri cinque anni, morendo nel 1991, e con la sua storia riuscì a scuotere milioni di coscienze, contribuendo suo malgrado a sensibilizzare il mondo. Sempre nel ’91 scomparve per la stessa malattia Freddy Mercury, icona dei Queen e grande amico di Elton John.

E il baronetto finalmente si svegliò: nonostante avesse intorno amici che morivano di AIDS, infatti, John andava comunque avanti con la sua vita dissoluta, facendo abuso di cocaina e alcool e continuando ad avere rapporti non protetti. Le esperienze di Ryan e di Freddy lo convinsero della necessità di cambiare e, soprattutto, di impegnarsi in prima persona, costituendo nel 1993 la Elton John Aids Foundation , attualmente in piena attività nella raccolta dei fondi per la ricerca.

© Riproduzione Riservata

Commenti