Libri

Italia-Germania, 3 libri per raccontare il mito

È l’ora della verità: azzurri contro tedeschi, due squadre protagoniste di epiche battaglie, narrate con pathos anche in letteratura

Italia-Germania-Tardelli

Spagna '82, Italia-Germania: il celebre urlo di Tardelli – Credits: ANSA/PIGNATIELLO

La leggenda continua. Stasera, per l’ottava volta in una manifestazione ufficiale, sarà ancora Italia-Germania. Finora, nei momenti cruciali, la storia ci ha sorriso: Italia-Germania 4-3 (Messico 1970), Italia-Germania 3-1 (Spagna 1982), Italia-Germania 2-0 (Germania 2006).

Nonostante i pronostici della vigilia non ci vedano favoriti, la speranza è di continuare la tradizione positiva. Qualcuno spargerà sale, toccherà ferro o impugnerà poderosi cornetti anti iella. Noi non siamo superstiziosi, e quindi, per prepararci a dovere, sfoderiamo tre libri capaci di far rivivere l’inossidabile (e vincente) mito di Italia-Germania.

Italia-Germania 2-0. Diario di un mese mondiale - Aldo Cazzullo
Il trionfo un po’ inaspettato nel Mondiale del 2006 è passato per quella semifinale infinita, vinta solo ai supplementari grazie alle reti di Grosso e Del Piero. Lì ci siamo realmente resi conto della nostra forza, della nostra tenacia, del nostro coriaceo spirito di squadra. Il giornalista Aldo Cazzullo racconta con genuina partecipazione i dietro le quinte di un mese straordinario, difficile da dimenticare.

Quattro a tre. Italia-Germania. Storia di una generazione che andò all'attacco e vinse (quella volta) - Nando Dalla Chiesa
Il 17 giugno 1970, allo Stadio Azteca di Città del Messico andò in scena uno dei più grandi match della storia del calcio: Italia-Germania 4-3, presto ribattezzata da tutti la “Partita del secolo”. Questo libro rievoca le atmosfere irripetibili di un giorno magico; le gioie, le emozioni e i patemi per un evento che ha segnato (e forgiato?) in modo indelebile un’intera generazioni di italiani.

1982. Il mio mitico mondiale – Paolo Rossi e Federica Cappelletti
L’urlo selvaggio di Tardelli, l’esultanza del presidente Pertini, la voce del telecronista Nando Martellini che scandisce per tre volte le parole “Campioni del mondo!”: questi sono i simboli della memorabile sfida vinta con la Germania nella Coppa del Mondo ‘82. A trent’anni dal miracoloso Mundial, Paolo Rossi, bomber principe della nazionale di Bearzot, tiene viva con aneddoti e ricordi la memoria di una cavalcata entrata nel cuore di milioni di sportivi.

© Riproduzione Riservata

Commenti