Libri

Festivaletteratura, sette libri per i più piccoli

Consigli per giovani lettori dal festival di Mantova

Un'immagine di "La rima è un rospo" di G. Quarzo e V. Facchini (Motta Junior)

Per i piccoli viaggiatori, Mantova riserva un calendario di appuntamenti da fare invidia ai loro genitori. Ci sono laboratori, incontri e spettacoli per i giovani lettori. Ma anche senza muoversi da casa, si possono fare viaggi straordinari nel pianeta delle parole. Ecco sette libri protagonisti del Festivaletteratura 2013 e rintracciabili in libreria.

1- La famiglia Cinemà è una versione brillante e divertente della storia del cinema, narrata da Andrea Valente, scrittore, illustratore e grande divulgatore cinematografico. Una raccolta di racconti con protagonisti d'eccezione, come la bella Lucille, corteggiata dai fratelli Lumière, Luchino, in viaggi nello spazio di Guerre Stellari, e Pier, alle prese con il Signore degli Anelli. Ma ci sono anche Anita Ekberg, King Kong, Avatar e i Blues Brothers. Ogni tacconto è corredato da una scheda sul film (edizioni il Castoro).

2- Io dentro gli spari è un romanzo per ragazzi molto denso e coraggioso: racconta la mafia ai bambini. A farlo, con grande sapienza, è Silvana Gandolfi attraverso una storia tra Livorno e Palermo, tra Lucio e Santino, due ragazzini appena undicenni che si trovano a confronto con padri scomodi, assenti e pieni di segreti (Salani editore).

3- Miss Charity è una bambina che vive in Inghilterra nell'800. E come si conviene alle fanciulle dell'epoca, deve tacere, non mostrarsi troppo e andare in chiesa. Così sceglie il terzo piano del palazzo borghese in cui abita, per ritirarsi con la servitù. Naturalmente farà della libertà la sua bandiera, per sovvertire tutte le regole sociali. Un omaggio a Jane Austen firmato da Marie-Aude Murail (Giunti).

4-Nella foresta del bradipo racconta la lentezza proverbiale di questo animale in una foresta che, a poco a poco, viene distrutta dall'uomo. Ma lui, il bradipo, è così lento da non accorgersi di quel che gli accade intorno, finendo per mettere in grave pericolo la sua esistenza. Tra illustrazioni e pop up, un bellissimo libro di Anouck Boisrobert, Louis Rigaud e Sophie Strady sui danni della deforestazione del pianeta (Corraini editore).

5-Un asino a strisce. La storia di un'amicizia più forte della guerra. Quando Talal aveva tre anni, era rimasto affascinato da Aidha, la zebra dello zoo. Poi gli anni sono passati, Talal ne ha compiuti otto, ma la sua zebra è sempre lì, insieme a Nidal, anziano e paziente guardiano che diventa suo amico. E questa è la storia. Che nasce da Giorgio Scaramuzzino e dalle illustrazioni di Gek Tessaro, a partire da una notizia, comparsa su Il Corriere della Sera nel 2009, a proposito del direttore di un piccolo zoo sulla striscia di Gaza, che decise di dipingere a strisce degli asini perché non potevano più permettersi le zebre. (Salani editore).

6- La rima è un rospo. Ovvero, viaggio straordinario nel mondo delle favole, delle rime e di tutti i giochi di parole che ne conseguono, orchestrato da Guido Quarzo e illustrato da Vittoria Facchini (Motta Junior)

7-Il passaggio dell'orso. Dalla città arriva Kevin, studente svogliato e altamente tecnologizzato, mentre Viola, aspirante naturalista viene dalla campagna. Si ritrovano nel Parco Nazionale dell'Abruzzo per lavorare come volontari insieme al guardaparco Sandro. La storia si intreccia con un giovane orso rimasto orfano, incapace di cavarsela da solo nella foresta e preda di un bracconiere avido di denaro. Una storia di sentimenti, di paure e di un legame unico tra un cucciolo di orso e un cucciolo di uomo, raccontata da Giuseppe Festa (Salani Editore).

© Riproduzione Riservata

Commenti