Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Ennio Flaiano: 5 libri per ricordarlo

Tra cinema, satira e paradossi

A 40 anni dalla sua morte, avvenuta per infarto il 20 novembre 1972, Ennio Flaiano è un'aforisma. Sempre efficace: "La situazione politica in Italia è grave ma non seria". Ma l'impronta che ha lasciato nella cultura italiana è assai più profonda. Perché Flaiano è stato molte cose, non ultima la parola da cui ha preso le mosse il grande cinema del dopoguerra: a lui Fellini commissionò soggetto e sceneggiatura dei suoi film più importanti, da La Dolce Vita a 8 e 1/2. E così Monicelli, Risi e Antonioni. Persino Totò si ritrovò in un suo script (Totò e Carolina, 1953).

Soprattutto Flaiano è stato lo psicologo del suo tempo, come Oscar Wilde lo era stato dell'inghilterra vittoriana. Ha scritto saggi, monologhi, racconti, taccuini, articoli, sempre attento a seminare tra le righe formidabili paradossi ("I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume") e profezie ("Fra trent'anni l'Italia non sarà come l'avranno fatta i governi, ma come l'avrà fatta la televisione") che oggi continuano a fargli onore, replicati all'infinito in tweet da 140 caratteri.

Molti dei suoi libri più belli sono stati pubblicati postumi, per tentare di fare ordine tra le sue carte. La scoperta può iniziare da questi quattro (più uno).

La solitudine del satiro (Adelphi, 16,20 €)
Riflessioni sul senso della vita si mischiano a un divertente diario romano ("i fogli di via Veneto"), con i retroscena del film La Dolce Vita. Tra le pagine prendono forma figure immortali come il poeta Cardarelli di cui Flaiano restituisce un ritratto esilarante. Pubblicato poco dopo la morte dello scrittore, il libro contiene anche la sua ultima intervista.

Diario degli errori (Adelphi - 9,35 €)
Flaiano giornalista girovago scrive divertenti reportage da tutto il mondo (da Atene a Zurigo, passando per New York). Per poi scoprire che nel catalogo degli errori l'Italia non è seconda a nessuno.

Autobiografia del blu di Prussia. (Adelphi, 10,20 €)
Le storie dell'Abruzzo natìo raccolte nella prima parte del libro, lasciano il posto a una raccolta di massime e pensieri del Flaiano adulto tra le strade di Roma. Nella terza parte, "la valigia delle indie", trovano posto poesie, canzoni ed epigrammi.

Ennio Flaiano - Opere Scelte (Adelphi, 59,50 €)
Un'opera quasi omnia, divisa in tre parti: tra romanzi (Tempo di uccidere, Diario notturno, Una e una notte,  II gioco e il massacro, Le ombre bianche), opere incompiute (Diario degli errori, La valigia delle Indie) e una raccolta di articoli. Le note sono a cura di Anna Longoni.

Ennio Flaiano. Una vita nel cinema - Fabrizio Natalini - (Artemide, 20 €)
Flaiano incontrò il cinema come critico e come sceneggiatore nel periodo che va dal secondo dopoguerra agli anni 70. Questo libro ricostruisce il percorso e gli incnntri con registi e attori di quella felice stagione. La prefazione è di Walter Veltroni.

Ennio Flaiano - La solitudine del satiro (Adelphi, 16,20 €)
Ennio Flaiano - Diario degli errori (Adelphi - 9,35 €)
Ennio Flaiano - Autobiografia del blu di Prussia. (Adelphi, 10,20 €)
Ennio Flaiano - Opere Scelte (Adelphi, 59,50 €)
Fabrizio Natalini - Ennio Flaiano. Una vita nel cinema - (Artemide, 20 €)

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>