Libri

"Dream Team": in un libro la leggenda del basket

Jack McCallum racconta i retroscena della mitica squadra americana che vinse le olimpiadi del 1992 e divenne un fenomeno globale

dream-team

Larry Bird, Earvin (Magic) Johnson, Michael Jordan e Karl Malone alle olimpiadi di Barcellona '92 – Credits: Mike Powell/Getty Images

C'è sempre spazio per celebrare i miti dello sport. Parliamo di Dream Team , ultimo libro del noto giornalista americano Jack McCallum, edito da Sperling & Kupfer.

Ora tutte le squadre che, in qualsiasi sport come in altri ambiti della nostra esistenza, schierano i migliori nel loro campo e stracciano la concorrenza vengono chiamate 'dream team'. Ma all'origine ce ne fu una e una sola, la nazionale americana di basket che giocò le Olimpiadi di Barcellona del 1992.

Il titolo ufficiale del libro in realtà è un po' lungo e didascalico: Dream team. Come Michael, Magic, Larry, Charles e la più grande squadra di tutti i tempi hanno conquistato il mondo e cambiato il basket per sempre.

Dopo una superiorità sportiva ininterrotta, gli Usa iniziarono a subire delle brutte sconfitte dal resto del mondo nei tornei internazionali (Olimpiadi 1988 e Mondiali 1989) e venne messa in discussione la loro leadership nella pallacanestro. Così, per rimettere le cose a posto, decisero di lasciare a casa i ragazzini e mandare il meglio del meglio dei professionisti, ovvero tutti i campioni dell'epoca d'oro dell'Nba.

Jordan, Johnson, Bird, Barkley e compagnia bella furono la più alta concentrazione di talento cestistico mai visto in una squadra sola, e ovviamente stravinsero le Olimpiadi con una media di 30 punti di scarto sugli avversari. La squadra divenne un fenomeno globale, una leggenda sportiva, un pazzesco spot per la Nba e un'eterna pietra di paragone.

Il libro di Jack McCallum è solo l'ultimo di una serie dedicata al Dream Team, ma ha il pregio di essere raccontato da un giornalista che visse in diretta gli eventi, svelando nuovi aneddoti. McCallum seguiva la squadra dappertutto, beveva (molto) con i giocatori all'hotel Ambassador, assisteva alle partite di golf e biliardo, entrava in confidenza con atleti eccezionali osservando i loro pregi e difetti anche dal punto di vista umano.

Ce n'è per tutti, appassionati di basket ma non solo. Dai retroscena sulle bizze dei giocatori e i segreti degli allenamenti alle trattative contrattuali in corso, dalle invidie reciproche alle amicizie che nacquero, dagli scherzi da spogliatoio alla vita da star di milionari in pantaloncini.

E per i più accaniti c'è la cronaca scritta della partita di allenamento fra i membri del Dream Team, che non fu mai ripresa da telecamera alcuna ma è considerata il vertice della mitologia del basket, perché lì pare che accaddero cose che noi umani non possiamo immaginare.

© Riproduzione Riservata

Commenti