Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Diabolik, Cinquantanni da festeggiare

Magazzini Salani e Sky Cinema festeggiano i 50 anni di Diabolik

Il cofanetto per il 50° anniversario di Diabolik - Credits: Magazzini Salani

È il 1° novembre 1962 quando in un'Italia in pieno boom economico nasce, dalla mente delle sorelle Angela e Luciana Giussani , un nuovo anti-eroe: Diabolik .
È un ladro inafferrabile, un killer spietato, ma con propri principi etici (non peggiore di certi elementi che in quella stessa società occupavano posizioni di prestigio e di potere). La sua identità è celata da una maschera, divenuta la firma del fumetto. Ha una passione per i gioielli e le opere d'arte e prepara i suoi colpi in modo impeccabile, fuggendo a bordo della mitica Jaguar nera.

“Si prova una soddisfazione non del tutto pacifica (ma per questo più eccitante) nel parteggiare per il cattivo”.
Umberto Eco

I fumetti, scritti dalle sorelle, hanno preso la forma definitiva con i disegni di Enzo Facciolo e qualche anno con il tratto di Sergio Zaniboni , le due pietre miliari di Diabolik. Due figure sono decisive nella sua vita: la sua nemesi, l'Ispettore Ginko, che da sempre gli dà la caccia, e la bellissima e leale Eva Kant, la donna della sua vita.

"Siamo arrivate al fumetto senza saperne niente. Volevamo dare al pubblico un giallo di facile lettura, e i disegni raggiungevano questo scopo. Così ecco Diabolik a fumetti”.
Angela Giussani

4 libri dedicati ai 4 personaggi che hanno fatto la storia di Diabolik.
Per celebrare l’anniversario i Magazzini Salani offrono un cofanetto in una speciale edizione limitata per gli amanti dell’uomo mascherato. Una scatola in metallo che racchiude quattro volumi a fumetti, scritti da Sandrone Dazieri , Tito Faraci , Mario Gomboli e magistralmente illustrati da Giuseppe Palumbo .

Eva Kant. Quando Diabolik non c’era.
Fu un diamante rosa a far incontrare il Re del Terrore e Eva, tanti anni fa. Ora quello stesso gioiello fa riaffiorare i ricordi di una giovinezza vissuta tra avventure, delitti, ricatti.

Ginko. Prima di Diabolik.
Ginko non ama parlare dei suoi primi passi nella Polizia, quando ancora ignorava l’esistenza del Re del Terrore. Ma mentre trova la chiave per chiudere la sua prima indagine, i ricordi tornano e le vecchie ferite si riaprono.  

Gli anni perduti nel sangue.
Che cosa trasformò il giovanissimo Diabolik, fuggiasco dall’isola di King, nel sanguinario criminale che, a Clerville, si faceva chiamare Walter Dorian? Neppure Eva sa quale incontri abbiano forgiato il carattere del suo compagno, ma forse è giunto il momento dei ricordi…  

Altea. I misteri di Vallenberg.
Nel passato di Altea, duchessa di Vallenberg, c’è una tragedia dai contorni oscuri il cui ricordo, dopo tanti anni, riaffiora per sconvolgere la sua vita. E per distruggere il suo rapporto con Ginko. Ma anche Diabolik ha vecchi conti in sospeso…

Cinquant’anni vissuti diabolikamente.
La celebrazione per il 50° anniversario prosegue con il tour della mostra itinerante Cinquant’anni vissuti diabolikamente. Una sorta di diaboliko museo che ha già toccato numerose tappe italiane e che arriva, in versione aggiornata e arricchita, a Milano (presso il padiglione Olona del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia , dal 10 al 21 novembre).

Sono per la prima volta esposti al pubblico numerosi cimeli di grande interesse per gli appassionati del fumetto e i semplici curiosi: le tavole originali dei primi numeri, una copia dell’introvabile e preziosissimo numero 1 del 1962, rari gadget d’epoca, pagine di sceneggiatura uscite dalla macchina per scrivere di Angela Giussani. Di notevole importanza la parte multimediale della mostra: alcuni monitor mostrano ai visitatori filmati d’epoca, gallerie d’immagini, il trailer del film Diabolik del 1968 girato da Mario Bava. Ma saranno presenti anche totem interattivi per permettere al pubblico di sfogliare elettronicamente il primo numero di Diabolik e di interrogare la banca dati della redazione alla ricerca di curiosità, di episodi o nomi apparsi nei quasi 800 albi pubblicati fino ad oggi.
Infine un maxi schermo proietta il documentario Le Sorelle Diabolike , prodotto da Michele Bongiorno e dedicato all’appassionante vita di Angela e Luciana Giussani, le due signore della buona borghesia milanese che hanno ideato questo cattivo vincente. Imperdibile!

Diabolik, la serie su Sky Cinema.
Sky Cinema sta lavorando alla realizzazione della serie tratta dal fumetto cult Diabolik. Per la prima volta, il personaggio creato dalle sorelle Giussani vivrà in carne ed ossa sul piccolo schermo. I 13 episodi saranno fedeli alla linea tracciata dalle due autrici e ricreeranno un immaginario senza tempo che, ancora oggi, conquista con le sue storie originali.
La serie (13 episodi da 50') farà calare lo spettatore nel mondo di Diabolik, un mondo sospeso nel tempo. Luci e ombre, avidità e onore, piani geniali, fughe spettacolari, colpi di scena e sofisticate tecnologie a servizio del crimine. In cui il bene e il male sono in perenne conflitto.
I personaggi principali, Eva, Ginko ed Altea, affiancheranno il protagonista e gli faranno vivere una nuova dimensione, non più solo eroe di carta e Re del Terrore: forse l'eterna domanda Diabolik, chi sei? sta per essere svelata....

Il progetto sarà realizzato con la collaborazione di Mario Gomboli, che ha raccolto l'eredità delle sorelle Giussani e ne prosegue l'avventura, curando la pubblicazione dei fumetti attraverso la casa editrice Astorina .

DK – Work in progress.
In occasione del Festival Internazionale del Fumetto, Lucca Comics and Games , che si è appena concluso, la Casa Editrice Astorina ha presentato il volume DK – Work in progress.
DK non è Diabolik. È altro da lui, dal classico Re del Terrore, anche se molti aspetti li accomunano. È altro perché non ha lo stesso formato, tanto per incominciare. Perché Gomboli lo ha pensato come un’altra possibile realtà. Quale? Una realtà parallela ma diversa, deviata, riconducibile per qualche elemento a quella che i lettori conoscono da cinquant’anni. Ma chiaramente altra. È altro perché è un esperimento in via di lavorazione/elaborazione: alcune pagine sono definite in ogni dettaglio, compresa la colorazione; altre sono in bianco e nero; altre a matita; altre semplicemente in sceneggiatura. E dell’episodio finale esiste solo il soggetto. La scelta di questa anomala presentazione non è casuale: vuole sottolineare quanto quella definita operazione DK sia ancora in atto e passibile di ripensamenti e svolte anche significative.
 Così è nato DK.

Il segreto di Diabolik.
I libri di Diabolik sono da sempre oggetto di collezione da parte di una numerosa schiera di fan. Ecco quindi in edicola (dal 1° Novembre) una sorpresa per i lettori affezionati: una copertina speciale e una storia particolare illustrata in modo assolutamente originale.
L’albo inedito di Diabolik ha una copertina realizzata con stile pittorico da Emanuele Barison con l’inserimento di un disegno di Bruno Brindisi , l’affermato disegnatore della scuderia bonelliana.  

Diabolik è entrato saldamente nell’immaginario collettivo degli italiani, al punto che anche chi non ne ha mai letto un episodio è in grado di riconoscere i suoi occhi gelidi, la sua nera silhouette, il sibilo del suo pugnale che colpisce inesorabile.
Diabolik senza prendere le sembianze di nessuno, è riuscito a introdursi nella nostra mente e nella nostra cultura. E questo posto non l’ha rubato: gli spetta di diritto.

Si ringrazia per la preziosa collaborazione Mario Gomboli e la casa editrice Astorina.

@violablanca

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>