Libri

Cinquanta sfumature di Grigio, letto da Andrea Marcenaro

Ma con Franca che devo fare? Le  domando papale papale se gradisce che le ammolli un paio di  scudisciate?

Particolare di copertina di "Cinquanta sfumature di Grigio" (Mondadori)

Cinquanta sfumature di Grigio , letto al maschile. Da Andrea Marcenaro*

Ho  una grave difficoltà nell’area dell’identità personale e  dell’autostima. Tendo a essere arrogante, invadente, esibizionista,  spesso superficiale. Desidero essere considerato speciale, ho bisogno di  ammirazione, mi sorprendo a pensare che tutto mi sia dovuto, mi capita  di invidiare e denigrare gli altri. Provo sentimenti di vuoto e di noia  mentre esibisco comportamenti da Don Giovanni. Non parlo, pontifico. Nel  profondo, sono incurante del mio prossimo e mi servo di esso come di  una platea, aspettandomi che gli altri, soprattutto la mia compagna,  ammirino e rispecchino il grandioso che è in me. Manipolo a mio  vantaggio, provo a sedurre e a intimidire nel contempo.

Come difesa  prevalente, uso con Franca l’onnipotenza che vorrei, ma di cui ancora  non dispongo, e l’idealizzazione di me stesso, insieme alla svalutazione  di chi mi sta intorno. Potrei continuare, la finisco qui. Ora che devo  fare, ditemi voi, domani mattina mi sveglio, prendo il caffè e le  domando papale papale se gradisce che le ammolli pure un paio di  scudisciate?

* giornalista, marito di Franca, che ha recensito il libro per Panorama

© Riproduzione Riservata

Commenti