Libri

Boris Pahor vince il premio Cinzia Vitale 2015

Lo scrittore ultracentenario sloveno premiato per i suoi capolavori che hanno acceso i riflettori sugli orrori della seconda guerra mondiale

pahor-boris

Lo scrittore sloveno Boris Pahor – Credits: GettyImages

Lo scrittore ultracentenario Boris Pahor è il vincitore del "Premio Cinzia Vitale 2015". La cerimonia di consegna si svolgerà, con l'Alto Patrocinio della Camera dei Deputati, il prossimo 27 marzo a Trieste nel corso del "Gran Galà di Primavera" organizzato dall'Associazione Culturale Onlus Cinzia Vitale.

LEGGI LA NOSTRA INTERVISTA A BORIS PAHOR


Più volte candidato al premio Nobel per la Letteratura, Boris Pahor è uno dei più grandi scrittori sloveni di cittadinanza italiana. Durante la Seconda guerra mondiale è stato deportato nei lager nazisti, esperienza cui ha dato voce in gran parte dei suoi libri. "Abbiamo ritenuto di premiare un uomo che si colloca nel panorama letterario internazionale come autore di capolavori che hanno acceso i riflettori sugli orrori della guerra - ha detto il presidente dell'Associazione, Roberto Vitale - un testimone coraggioso dei crimini nazisti, un interprete del destino della gente slovena nel Novecento. Boris Pahor, nonostante i suoi 101 anni, è uno scrittore che ha ancora tanto da dire a difesa di un'identità culturale europea".

Lo scorso anno era stata Elettra Marconi a vincere il 'Premio Cinzia Vitale' per l'impegno profuso nel sensibilizzare le nuove generazioni sull'opera del padre Guglielmo.(ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti