Fumetti

Un graphic novel per ricordare Don Andrea Gallo a un anno dalla morte

Si intitola "Sulla cattiva strada. Seguendo Don Gallo" e racconta il prete di strada attraverso le parole di chi l'ha conosciuto. Cominciando da Dario Fo

– Credits: Round Robin

Il 22 maggio del 2013 moriva Don Andrea Gallo, il prete degli ultimi: la sua Genova e le testimonianze di chi lo ha conosciuto a un anno di distanza diventano materia di un graphic novel, che la Round Robin manda in libreria il 21 maggio con il titolo: Sulla cattiva strada. Seguendo Don Gallo (di Angelo Calvisi con i disegni di Roberto Lauciello, prefazione di Dario Fo, 112 pagine, 15 euro).

Schermata-2014-05-21-a-12.08.22_emb4.png

E' un fumetto atipico, che ha il valore della testimonianza. Dalla militanza partigiana, alla nave scuola Garaventa, ai ragazzi, i trans, le prostitute e la fondazione della Comunità di San Benedetto al Porto, Don Gallo diventa un racconto (grafico, ma non solo) che passa di bocca in bocca e si arricchisce di nuovi particolari. I suoi compagni di strada si passano il filo rosso di una vicenda umana che è già in parte leggenda. Il tutto arricchito da citazioni di Vasco Rossi, Franca Rame e Dario Fo, Moni Ovadia, Piero Pelù. E De Andrè che con Don Gallo, come è noto, aveva un legame speciale: entrambi impegnati a curare e raccontare le ferite dell'altra Genova. Perché come scrive Fo nella prefazione, "Per il suo comportamento davanti agli egoismi e ai miserevoli luoghi comuni delle persone perbene, Don Gallo si trovava sempre a parteggiare per i disprezzati e gli emarginati".

Schermata-2014-05-21-a-12.08.42_emb4.png

Il libro si conclude con una serie di articoli e interviste a persone che hanno incrociato Don Andrea sulla loro strada e con i ritratti di 12 fumettisti che rendono giustizia al suo sorriso. E a quello sguardo dolce e paterno con cui accoglieva il prossimo, chiunque lei o lui fossero.

© Riproduzione Riservata

Commenti