Una serie di ritratti che portano l’ osservatore oltre la fisionomia, dentro i piccoli particolari, verso uno sguardo libero da barriere di forma. Il segno, la pasta, la densità del colore costruiscono impulsivamente i tratti, spingendosi oltre.

I toni e la luce sono accesi, ma più spesso freddi e indagano la parte oscura di ogni soggetto. Per nulla interessati a scorgere un sorriso ma piuttosto il tormento, la smorfia, il sonno, il pensiero che pesa nel dubbio, il fascino del difetto, la follia nascosta. Lame di luce come strappi su strati di apparenze malcelate, da dove pian piano si scorge e prevale il volto nudo.

L’artista bolognese, da sempre attratta dai volti e dalle fisionomie della gente, ancora incapace di produrre un autoritratto, indaga chi la circonda, trovando cosi  parte di sé.


VOLTI OLTRE
24 ottobre2015 - 25 novembre 2015
GALLERIA B4
Via Vinazzetti 4/b (zona universitaria) Bologna

© Riproduzione Riservata

Commenti