La mostra "Ho girato il mondo...” - Magistretti viaggi e progetti (c/o Fondazione studio museo Vico Magistretti, Milano), dedica al grande Maestro due suggestivi percorsi: Magistretti architetto e designer, e Magistretti curioso viaggiatore e turista.

Un doppio percorso che attraverso schizzi e progetti, ma anche fotografie private dei suoi viaggi, delinea la figura del grande maestro dell'architettura italiana: i suoi pensieri e le sue passioni si fondono con il suo modo unico di approcciare al progetto.
Ne esce un ritratto completo che testimonia la sua curiosità verso qualsiasi cosa nuova incontrasse nel suo percorso: lo stupore di un bambino si unisce così all'occhio attento del progettista che rielabora la realtà che lo circonda, trasformandola nei suoi progetti.

Magistretti architetto e designer
«Alcuni miei amici hanno pensato che potessi essere adatto a fare un lavoro in Argentina. Allora io sono andato in Argentina, allora ci si mettevano 36 ore di volo». (Intervista 3D Produzioni, 2000)

A Campana, nella provincia di Buenos Aires, Magistretti realizza tra il 1959 e il 1963 per la Techint un residence (ora rinnovato e riaperto nel 2008 come TenarisUniversity Residence) che doveva essere un primo edificio all’interno del progetto (mai realizzato) di un centro civico.

«Le caratteristiche climatiche hanno suggerito di proporre delle fronti interessate da cornici, cordoli, parapetti e gronde sporgenti atte a creare delle zone di riposo e d’ombra... ». (Relazione di progetto, 1959)

In mostra saranno esposti tre progetti realizzati tra il 1959 e il 1986 in Argentina, Francia, Giappone. Dagli schizzi preparatori ai progetti finali che saranno anche accompagnati da approfondimenti, a cura di Manuela Leoni, consultabili su tablet inseriti nell’allestimento. Qui saranno caricate le relazioni di progetto di Magistretti (inedite), gli schizzi e disegni non esposti, articoli apparsi sulla stampa.

Magistretti viaggiatore e turista

«Ho dovuto e ho voluto viaggiare… insomma ho girato il mondo abbastanza bene. Mi è servito enormemente, ma mi è servito enormemente soprattutto un viaggio che ho fatto quando ero ancora giovane…» (Intervista 3D Produzioni, 2000).
Comincia così la storia di Magistretti viaggiatore, dall’Argentina, al Cile fino al Perù e poi New York: «Questo arrivare a New York quando avevo 34 anni e... essere stupefatto da questa incredibile città di cui mi aveva fatto impressione vedere che le donne fumavano per strada, per esempio...» (Intervista 3D Produzioni, 2000). E poi Londra, Francia, Spagna. E l’Italia.

Magistretti registra queste esperienze in una serie di fotografie in bianco e nero di cui sono conservate le stampe originali che saranno messe in mostra.

Un percorso suggestivo animato anche da un video che monta oltre 200 foto dei suoi viaggi: dove anche i più piccoli dettagli incontrati, verranno da lui rielaborati e inseriti nei suoi progetti


Dal 26 marzo 2015 al 29 dicembre 2015

c/o Fondazione studio museo Vico Magistretti

via Conservatorio 20, Milano

© Riproduzione Riservata

Commenti