Arte & Idee

La Grande Guerra 100 anni dopo, narrata dalla Rai

La Grande Guerra. La Rai per il centenario della Prima Guerra Mondiale è un progetto che durerà dall'estate del 2014 fino al centenario dell'Armistice Day, 11 novembre 2018. Carlo Lucarelli il narratore delle storie

Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai (Daniele Scudieri / Imagoeconomica)

La Grande Guerra. La Rai per il centenario della Prima Guerra Mondiale, prodotto da Rai Educational è il progetto per ricordare il centenario della Prima guerra mondiale, a partire dall'estate del 2014, precisamente dal 28 giugno, giorno dell'attentato di Sarajevo. Durerà 4 anni, fino all'11 novembre 2018, armistice day, centenario della fine del conflitto.

Il progetto è stato presentato questa mattina in viale Mazzini dal direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, e dalla direttrice di Rai EducationaL, Silvia Calandrelli, alla presenza del ministro della Difesa, Mario Mauro, e del sottosegretario all'Editoria, Giovanni Legnini.

La Rai offrirà documentari storici, geografici e di approfondimento: protagonisti gli eventi, i luoghi, e soprattutto le storie, dei grandi personaggi e della gente comune. Grazie agli accordi di collaborazione con la Fondazione museo storico del Trentino, con l'Istituto per la storia del Risorgimento italiano, con l'Archivio centrale dello Stato (ai quali seguiranno molte altre convenzioni e collaborazioni), e stato già realizzato il documentario "Costruendo il fronte di guerra" e sono in procinto di essere avviate le lavorazioni dei documentari dedicati a "Cesare Battisti", a "La battaglia delle Alpi" e alla "Legione d'Irredenti".

La voce dei racconti sarà quella di Carlo Lucarelli.
Alla presentazione di oggi tutti hanno assicurato che le celebrazioni non affogheranno nella retorica.

© Riproduzione Riservata

Commenti