Arte & Idee

Picasso e il suo periodo azzurro (come la Costa)

Il legame tra il maestro e il Sud della Francia è durato 60 anni. Che rivivono da St.Paul de Vence ad Antibes e Mougins 

Pablo Picasso al lavoro (Credits: VALERY HACHE/AFP/Getty Images)

Arte. Amore. Amicizia. Morte. Tutte le fasi della vita segnano il rapporto tra Pablo Picasso e il Sud della Francia. Dall’estate del 1912, quando nei pressi di Avignone il pittore spagnolo insieme con l’amico Georges Braque si cimentava sulle prime tele destrutturate capostipiti del cubismo, fino all’8 aprile 1973, quando a Mougins, a due passi da Cannes, nella grande casa di Notre Dame de Vie il maestro si spegneva all’età di 91 anni.

Al centro 60 anni d’amore per questa terra selvaggia e mediterranea come la sua Spagna, continua fonte d’ispirazione, che il pittore ha tante volte raffigurato nelle sue tele. Ora, a 40 anni dalla morte, Monte-Carlo dedica a Picasso una mostra, allestita al Grimaldi Forum fino al 15 settembre, centrata sul suo profondo legame con la Costa Azzurra.

Attraverso le 50 opere esposte, Picasso-Côte d’Azur conduce i visitatori nei dintorni di Antibes-Juan-les-Pins, Mougins e Cannes, i luoghi del Midi dove il pittore soggiornò a varie riprese nelle estati tra il 1920 e il 1946, prima spinto dal desiderio di allontanarsi da Parigi con la famiglia e poi dalla consapevolezza di quanto quel mare e quelle colline gli ricordassero la sua Spagna.

Il titolo della mostra spinge però a recarsi anche negli altri luoghi cari a Picasso, dove esistono esposizioni permanenti dedicate al pittore, primo tra tutti il Museo Picasso ad Antibes, dove il quadro La Joie de vivre costituisce una sorta di emblema del rapporto tra il maestro spagnolo e questa terra. Senza dimenticare Mougins, dove il Musée d’art classique raccoglie alcuni disegni e ceramiche di Picasso, così come il Musée Reattu di Arles. Ma la vera chicca è a Vallauris, paese dove Picasso si reca negli anni Cinquanta per imparare a modellare la ceramica: qui nella cappella del castello dipinge le due gigantesche opere La guerra e La pace, ideale completamento di Guernica.

© Riproduzione Riservata

Commenti