L​o scorso 25 agosto, il National Park Service (Servizio dei Parchi nazionali) degli Stati Uniti ha compiuto i suoi primi 100 anni, celebrando un secolo di impegno nella protezione del patrimonio naturalistico del Paese, per dare la possibilità di goderne pienamente la bellezza a viventi e posteri. Oltre che dei Parchi nazionali, l'agenzia federale USA, fondata il 25 agosto 1916 per conservare "il paesaggio e gli oggetti naturali e storici, nonché la vita selvaggia in esso contenuti" è dunque incaricata anche della gestione di Monumenti nazionali e altri luoghi protetti.

In collaborazione con l'Università di Clemson, nella Carolina del Sud, per questo importante compleanno, il NPS ha scelto di mettere online l'Open Parks Network: una "galleria digitale di materiali rari e unici tratti dagli archivi dei parchi nazionali, dei siti storici e dei campi di battaglia": oltre 100.000 immagini ad alta risoluzione, interamente di pubblico dominio, che nei decenni hanno immortalato i monumenti naturali e storici degli Stati Uniti. 

Uno sconfinato patrimonio iconografico che, stando alla piccola selezione di questa nostra gallery, ci porta dalla casa natale di Abramo Lincoln a Hodgenville, in Kentucky, alla casa del poeta Carl Sandburg; dal Parco dello Yellowstone a quello delle Great Smoky Mountains (letteralmente "Grandi Montagne Fumose"); dal Parco nazionale di Mammoth Cave, in Kentucky, che prende il nome dal più lungo sistema di grotte del mondo, al sito storico nazionale di Andersonville, in Georgia, che fu sede del più vasto campo di concentramento sudista durante la guerra di secessione americana...


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti