Il tracciato della Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia è un’opera favolosa che permetteva il collegamento tra le due cittadine grazie ad un progetto simile alle ferrovie alpine, nonostante il suo posizionamento nel cuore degli Appennini. Dopo anni di abbandono (la chiusura della ferrovia, inaugurata nel 1926, fu decretata nel 1968), l’idea è stata quella di recuperarne il tracciato per destinarlo a percorso ciclabile grazie ad una pendenza alla portata di tutti e alla meraviglia dei luoghi percorsi.

Proprio lo sviluppo del turismo, legato, ora più che mai, alla rinascita di un territorio così profondamente colpito dal terremoto dello scorso anno, è la chiave di volta dell’intuizione del MTB Club Spoleto che, con l’aiuto di altre associazioni e l’appoggio di sponsor ed istituzioni, ha pensato di organizzare ogni anno una manifestazione che portasse a pedalare più persone possibile sulla Vecchia Ferrovia: "La SpoletoNorcia… in MTB".

È così che sono stati 1500 gli iscritti nel 2016, con una prospettiva di circa 2000 per il 3 settembre 2017, quando sarà celebrata l’edizione numero 4; una quota che non è affatto una chimera visti i 1200 iscritti ufficialmente e altri 200 in attesa di conferma.

Insomma l’obiettivo è quello di sostituire il treno di ferro con quello colorato delle tute dei bikers e delle loro famiglie, con la possibilità di scegliere tra quattro diverse opzioni, in base alla preparazione di ogni atleta: dalla pedalata breve di 14 km, fino alla gara Extreme di 70 km, passando per la classica cicloturistica di 45 km e la Randonée di 130 km, che andrà a toccare anche alcuni paesi colpiti dal sisma come Preci e Norcia.

Molti i testimonial di spessore come gli ex ciclisti Francesco Moser e Davide Cassani e l’attore Simone Montedoro, protagonista della popolare fiction Don Matteo che con la loro presenza creano un "evento nell'evento".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti