Fino al 10 gennaio 2016 il Casino dei Principi e il Casino Nobile di Villa Torlonia a Roma ospitano la mostra "Mario Sironi e le illustrazioni per “Il Popolo d’Italia” 1921-1940".

Curata da Fabio Benzi, l’ esposizione raccoglie 345 illustrazioni realizzate da uno dei più grandi protagonisti dell’arte italiana del ‘900 per il quotidiano ufficiale del Partito Fascista e rappresenta un’occasione unica per far conoscere al grande pubblico un aspetto fondamentale dell’opera di Sironi: quello di illustratore e, più precisamente, di “disegnatore politico”, attività alla quale si dedicò con appassionato fervore tra il 1921 e il 1942 dopo un’adesione piena ed entusiasta agli ideali del regime.

Le vignette che compongono il percorso espositivo, realizzate per la maggior parte tra il 1921 e il 1927, provengono da un corpus di oltre 2000 disegni e costituiscono il maggior sforzo illustrativo della carriera di Sironi, tanto da poter essere considerate a tutti gli effetti non solo una parte essenziale della sua produzione artistica ma, per molti aspetti, anche “la più alta e possente”.

Le illustrazioni di Sironi, con la loro satira feroce e la loro ironia sferzante, prendono di mira soggetti esclusivamente politici e la grandezza del Sironi illustratore, oltre che nella tecnica compositiva che porta sempre alla realizzazione di forme e figure tratteggiate con saldo plasticismo e con un segno fortemente espressivo della matita o della china, sta anche nella grandissima varietà di temi compositivi e iconografici.

Essi, infatti, non vengono mai ripetuti, ma reinventati quotidianamente, così da costituire “un unicum assolutamente straordinario nella storia dell’illustrazione”.

Mario Sironi e le illustrazioni
per il “Popolo d’Italia” 1921-1940
Roma, Musei di Villa Torlonia - Casino dei Principi e Casino Nobile
24 ottobre 2015 – 10 gennaio 2016

© Riproduzione Riservata

Commenti