Arte & Idee

Le guide turistiche di Mantova per i terremotati dell'Umbria

L'associazione Gam il 18 e il 19 febbraio organizza visite guidate a offerta libera. Il ricavato andrà agli orfani della tragedia di Amatrice

Mantova segreta

Mantova – Credits: Silvia Morara

L’identità e l’orgoglio professionale vanno difese a qualunque costo, e lo sanno bene le guide turistiche di Mantova che appunto orgogliosamente si sono unite in un’associazione, la Gam (Guide abilitate Mantova) per riaffermare e sottolineare la differenza tra chi svolge quell’attività come una professione seria e qualificata e i tanti abusivi improvvisati. Stavolta il prezzo per riaffermare quest’identità è tanto lavoro gratuito, o meglio: devoluto a fini di solidarietà, la più disinteressata e indiscutibile che si possa manifestare oggi in Italia, quella a vantaggio delle vittime del terremoto dell’Umbria.

- LEGGI ANCHE: Mantova, un gioiello tra arte e mestieri

Infatti, le guide Gam hanno deciso di sostenere col loro lavoro gratuito un progetto di solidarietà: un assegno per gli orfani di Amatrice a seguito del sisma del 24 agosto. Sono quindi state organizzate visite guidate ad offerta libera nel centro di Mantova per sabato e domenica prossimi, 18 e 19 febbraio.

Ricco e intenso il programma delle due giornate. Il sabato si comincia con una visita “Tra le due Basiliche”, dalla Cattedrale di San Pietro con le sue evoluzioni storiche, alla Concattedrale di Sant’Andrea, con le suggestione dei Sacri Vasi, per finire con l’unicità della Rotonda di San Lorenzo. Nel pomeriggio, dalle 15,30, itinerario tra “Piazze, Fede e Ghetto”. Da piazza Sordello, una passeggiata tra le piazze del Centro per calpestare secoli di storia e creare un ponte tra le presenze cristiane e la memoria del Ghetto, per ricordare tradizioni e luoghi ora non più presenti.

La domenica si ricomincia alle 10.30 per andare “Sulle prime tracce di Mantova”: attorno a Piazza Sordello si scopre il nucleo antico di Mantova tra le storie della fondazione e quelle dei periodi successivi con la testimonianza della Domus Romana, con i mosaici che ci raccontano un vita che non c’è più. Sempre domenica 19, ma alle 15,30 ancora “Tra le piazze”, ovvero un giro tra le piazze cittadine, tra quelle che circondano la Reggia Gonzaghesca, e tra quelle più nascoste, fino alla piazza del Mercato, piazza Erbe, palcoscenico di un millennio di storia che la circonda.

Vista la natura benefica dell’iniziava, le guide Gam mettono a disposizione il loro tempo e la loro conoscenza gratuitamente. Le visite sono ad offerta libera ed il tutto o verrà interamente versato per il progetto indicato. Un’occasione per conoscere Mantova con il cuore in mano, pensando a chi è meno fortunato di noi. Per informazioni ed iscrizioni: Francesco 3470475245, Serena 3492350250, Floriana 3396379262, Eleonora 3491567026.

© Riproduzione Riservata