Al MIAAO di Torino una mostra che vuole essere una rilettura davvero inedita dell' Inferno dantesco in occasione del 750° anniversario della nascita del "Sommo Poeta": venti illustrazioni appositamente realizzate da giovani artiste italiane, testimoni della particolare e straordinaria fioritura qualitativa femminile della “sottoculture” goth e dark. A fianco di queste illustrazioni saranno esposti lavori del fashion designer Carlo Pastore, del grande piemontese Marco Corona e di Giorgio Finamore, che rappresenta figure femminili dell’orrore.

E, accanto a costoro, anche due opere realizzate da un eccentrico maestro come Pablo Echaurren, che ha prefigurato questa lettura splatter-truculenta dell’opera dell’Alighieri in una serie di opere dantesche-grottesche, quasi tutte inedite, iniziata nel 2004.

La mostra (a cura di Lorenza Bessone) fa parte del progetto interdisciplinare "Il cuNeo gotico", promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo con la direzione artistica di Enzo Biffi Gentili, direttore del MIAAO: dopo Torino, l' esposizione farà tappa a Cuneo, durante la kermesse letteraria Scrittorincittà (11-15 novembre), che ha già ospitato nelle due scorse edizioni appuntamenti legati al progetto.

Inferno fresco. Nuove illustratrici dantesche
MIAAO Galleria Sottana, via Maria Vittoria 5, 10123 Torino.
25 settembre - 31 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata

Commenti