Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Arte & Idee

Campionati di cicloriparazione, quando la bici è di recupero

Riportare in vita rottami di bicicletta non è solo una tendenza sempre più in voga. A San Donato Milanese è anche una gara. Con ciclomeccanici a fronteggiarsi a suon di mozzi, raggi e copertoni

 

1, 2, 3, pronti e via! Prima una corsa per arrivare ad accaparrarsi, tra il cumulo di ferri vecchi messi a disposizione, il rottame più adatto al proprio lavoro, e quindi via col cronometro: tre ore di tempo a disposizione per tirar fuori da bici sgangherate, buttate, dimenticate, monche, impossibili da inforcare, una bici più che degna di questo nome, perfettamente funzionante. "Niente giuochi ne' grippaggi sui movimenti, ruote dritte e raggi tesi, possibilità di frenare nonché di accelerare, cambio registrato e funzionante (se presente)", dice il regolamento.

I Campionati apocalittici di cicloriparazione si sono svolti sabato 29 settembre a San Donato Milanese, presso la Stazione delle Biciclette: "il primo e unico campionato per ciclomeccanici, fate una squadra, vi procurate una cassetta degli attrezzi, vi forniamo un rottame e con ingegno pazienza e perseveranza lo mettete a posto".


Del resto ormai recuperare bici è una tendenza (economica ed ecologica) in voga quasi quanto comprarsi una bici nuova magari a scatto fisso o col freno a contropedale o...

Squadre di ciclomeccanici hanno sfidato anche il cattivo tempo e, tra mozzi, tenaglie, fiamme ossidriche, copertoni, camere d'aria, grasso, pazienza, fantasia e divertimento, hanno riparato e recuperato una decina di biciclette.

Giovedì 4 ottobre, sempre alla Stazione delle Biciclette di San Donato, dalle 19 l'asta delle bici riparate (il ricavato sarà devoluto in beneficenza).

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>