Vento sudamericano soffia sulla 72^ edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. La giuria presieduta dal messicano Alfonso Cuarón ha assegnato i premi più importanti a film che provengono da Venezuela e Argentina.

Leone d'oro a Desde allá (Da lontano) di Lorenzo Vigas, primo film venezuelano al Festival, storia di traumi emotivi e sessuali e omofobia. "Per me questa è una sorpresa", ha detto il regista, al suo esordio. "So che è stata recepita bene nel nostro Paese, che ultimamente ha avuto dei problemi. So che questo premio aiuterà". È la prima volta che Venezia incorona un film dell'America Latina.
Leone d'argento per la miglior regia all'argentino Pablo Trapero per El Clan, che racconta i sequestri e gli omicidi della famiglia Puccio nell'Argentina della dittatura: "Sono molto emozionato. Proprio qui a Venezia ho presentato il mio primo film. Sono un grande ammiratore del cinema italiano". 

Alla stop motion sensibile e realistica di Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson il Gran Premio della Giuria. "Abbiamo lavorato a questo film per tre anni e non sapevamo cosa sarebbe successo", ha affermato Johnson. "Questa introduzione nel mondo è più di quello che ci potessimo aspettare".

Valeria Golino la Coppa Volpi per la sua interpretazione in Per amor vostro. "Voglio ringraziare i selezionatori di Venezia per averci scelto e voluto, questa giuria di pezzi da 90 che ci ha sostenuto", ha detto l'attrice italiana. "Voglio condividere questo premio con il regista Gaudino". Per Valeria un bis, dopo che nel 1986 era stata premiata per Storia d'amore: "Mi accorgo che dopo tutti questi anni, le esperienze accumulate, il premio mi dà la stessa infantile ingenua allegria che mi dava allora. Sono molto contenta per me". Un grazie nella lingua dei segni anche "ai miei amici sordi", che hanno fatto parte del cast o l'hanno aiutata a imparare la Lis. 
A Fabrice Luchini la Coppa Volpi come migliore attore per il suo ruolo ricco di ironia in L'hermine. Assente al Lido, l'attore francese ha mandato un simpatico video-messaggio.

Già proiettato al futuro il presidente della Mostra Paolo Baratta: "Evviva la 73sima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Appuntamento al 31 agosto 2016".

 

Ecco tutti i premi.

Leone d'oroDesde allá di Lorenzo Vigas
Leone d'argento per la miglior regia: Pablo Trapero per El Clan
Gran Premio della Giuria: Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson
Premio Speciale della Giuria: Abluka (Follia) di Emin Alper
Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Valeria Golino per Per amor vostro
Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Fabrice Luchini per L'hermine
Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente: Abraham Attah per Beasts of No Nation 
Premio per la migliore sceneggiatura: Christian Vincent per L'hermine

Orizzonti, miglior filmFree in Deed di Jake Mahaffy
Orizzonti, migliore regia: Brady Corbet per The Childhood of a Leader
Orizzonti, premio speciale della giuriaBoi Neon di Gabriel Mascaro 
Orizzonti, migliore interpretazione maschile o femminile: Dominique Leborne in Tempête
Orizzonti, miglior cortoBelladonna di Dubravka Turic

Leone del Futuro - Venezia opera prima Luigi De LaurentiisThe Childhood of a Leader di Brady Corbet

Venezia Classici - Miglior documentario sul cinemaThe 1000 Eyes of Dr Maddin di Yves Montmayeur 
Venezia Classici - Miglior classico restaurato: Salò o le 120 giornate di Sodoma (1975) di Pier Paolo Pasolini 

Leone d'oro alla carriera: Bertrand Tavernier

Desde allá di Lorenzo Vigas, il film Leone d'oro - Trailer e foto
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti