Keanu Reeves
Cinema

Una doppia verità, legal drama con Keanu Reeves - Video

L'attore è l'avvocato difensore di un adolescente accusato dell'omicidio del padre. Dal 15 giugno al cinema. Con Renée Zellweger

Diretto dalla regista statunitense Courtney Hunt, Una doppia verità rivisita il legal drama, portando lo spettatore in un mare di menzogne, tra testimoni non affidabili e personaggi ambigui, fino a una tesa corsa contro il tempo. Prima un atto di violenza quasi inimmaginabile, quindi il caso giudiziario che ne deriva.

Dal 15 giugno al cinema con Videa, ha un cast allettante: Keanu Reeves, Renée Zellweger, Gugu Mbatha-Raw, Jim Belushi

La trama

L'imputato è Mike Lassiter (interpretato da Gabriel Basso), un adolescente che viene trovato vicino al cadavere del padre violento (Belushi) accoltellato a morte. Il caso sembra più che facile e il colpevole già scritto. Mike confessa l'omicidio e viene arrestato, poi si chiude nel silenzio.
Il suo avvocato Robert Ramsey (Reeves) è un amico della vittima, incaricato di convincere la giuria dell’innocenza del suo cliente nonostante il ragazzo si rifiuti di parlare e di fornire spiegazioni. Loretta (Zellweger), moglie della vittima e madre del presunto colpevole, assiste a tale inimmaginabile tragedia incapace di elaborarla. Mentre i testimoni vengono chiamati a deporre, l’avvocato Ramsey tollera a fatica la presenza di una nuova collega, Janelle (Mbatha-Raw), che si fa in quattro per tenere il passo con i complicati procedimenti giudiziari. Nuove prove iniziano a indebolire la difesa già traballante di Ramsey. Chi era veramente la vittima? Quanti nemici si era fatto nella sua vita professionale e personale? Mentre Ramsey e Janelle scoprono i segreti che la famiglia Lassiter preferirebbe tener nascosti, la storia evolve verso una conclusione in cui la verità e la legge potrebbero non coincidere

Dichiarazioni della regista

"Ciò che ha suscitato il mio interesse in Una doppia verità è stata la possibilità di considerare il punto di vista di un avvocato difensore in un caso in cui l’imputato si rifiuta di parlare e, così facendo, lo costringe a indagare ancor più profondamente nella mente del suo cliente poiché non solo rappresenta la sua voce in aula, ma anche l’unica a parlare in sua difesa", ha detto la regista Courtney Hunt, già autrice di Frozen River - Fiume di ghiaccio. "Ogni assassino uccide per un motivo. Un soldato non è colpevole di omicidio quando uccide il nemico in guerra, ma chi può dire effettivamente che una famiglia non possa diventare un campo di battaglia con il nemico che vive sotto lo stesso tetto?".

In questo video in esclusiva un estratto di Una doppia verità:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti