The Judge
Cinema

The Judge con Robert Downey Jr., il dvd in edicola con Panorama

Dal 4 marzo un dramma familiare che si consuma nell'aula di un tribunale. Con Robert Duvall

Un incontro-scontro ricco di potere tragico ed emotivo. Da una parte Robert Downey Jr., che abbandona i toni giocosi da Iron Man per sfumature da assoluto talento, dall'altra Robert Duvall, in una delle sue interpretazioni più acute, tanto da essersi meritato una nomination ai Goden Globe e una agli Oscar. Insieme danno vita a un dramma familiare ambientato in aule di tribunale, non privo di ironia: The Judge, prossima anteprima in dvd in uscita con Panorama (dal 5 marzo in edicola) e in streaming su Panorama.it.

Alla regia c’è David Dobkin, versatile cineasta americano che in passato ha firmato commedie come Fred Claus - Un fratello sotto l’albero e 2 cavalieri a Londra. L’abile avvocato di Chicago Hank Palmer (Downey Jr.) sta per sottrarre un colletto bianco alla giustizia dello stato dell’Illinois quando riceve un messaggio in cui gli viene annunciata la morte della madre. Hank non ha alcun contatto con il padre, lei era l’unica persona della famiglia e della sua città natale con cui aveva continuato a sentirsi negli ultimi vent’anni. Quello che lo aspetta al ritorno a casa a Carlinville, Indiana, è però molto più di una cerimonia funebre e qualcosa di molto diverso da una calda accoglienza. Si trova a dover fare i conti con il passato e a riaprire un retroterra di colpe e rimorsi, affrontando i suoi fratelli Glen (Vincent D’Onofrio) e Dale (Jeremy Strong). Ma soprattutto, prima di riuscire a sfuggire a quell’atmosfera, Hank è chiamato a difendere il detestato padre (Duvall), stimato giudice improvvisamente accusato di omicidio.

Tra duelli verbali accesi e dialoghi serrati, il coinvolgimento è graffiante. Non importa che età si abbia o chi siamo diventati, cinque minuti dopo essere tornati dove si è trascorsa l’infanzia si reinstaurano le antiche dinamiche. Intanto incalza la curiosità di conoscere la soluzione del caso e capire come un figlio possa arrivare a odiare un genitore. La verità, tassello dopo tassello, prende corpo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti