Chris Pine e Cheryl Boone Isaacs
Cinema

Oscar 2015, tutte le candidature: nove a Birdman e Grand Budapest Hotel

La costumista italiana Milena Canonero in corsa per la sua quarta statuetta. Nomination numero 19 per super Meryl Streep

Di buon mattina negli Stati Uniti, alle 5.30 sulla Costa del Pacifico (14.30 ora italiana), dal Samuel Goldwyn Theater di Beverly Hills sono state svelate le candidature agli Oscar 2015, che saranno assegnati il 22 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles, in una cerimonia condotta da Neil Patrick Harris. È spettato all'attore Chris Pine, alla presidentessa dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences Cheryl Boone Isaacs e ai registi Alfonso Cuarón e J.J. Abrams annunciare le nomination di tutte le 24 categorie degli Oscar.

La commedia dark Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza) di Alejandro González Iñárritu e il raffinato e colorato giallo Grand Budapest Hotel di Wes Anderson guidano il plotone delle nomination con nove candidature. Dietro di loro con otto nomination il biopoc sul matematico Alan Turing The Imitation Game, quindi con sei la storia del cecchino più infallibile d'America American Sniper e il magnifico esperimento di cinema durato dodici anni Boyhood.

L'italiana Milena Canonero è candidata agli Oscar per i costumi di Grand Budapest Hotel: potrebbe essere la sua quarta statuetta. La sessantanovenne torinese ha già vinto nel 1976 (Barry Lindon), nel 1982 (Momenti di gloria) e nel 2007 (Marie Antoinette). "Sono molto felice, non ci si abitua mai a certe emozioni", ha commentato.

Record per Meryl Streep, nominata come migliore attrice non protagonista per il suo ruolo da strega in Into the Woods: con questa diciannovesima candidatura è l'attrice ad aver ricevuto più nomination. 

Ecco tutte le candidature.

Miglior film
American Sniper di Clint Eastwood
Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza) di Alejandro González Iñárritu
Boyhood di Richard Linklater
Grand Budapest Hotel di Wes Anderson
The Imitation Game di Morten Tyldum
Selma - La strada per la libertà di Ava DuVernay
La teoria del tutto di James Marsh
Whiplash di Damien Chazelle

Migliore attrice protagonista
Marion Cotillard in Due giorni, una notte
Felicity Jones in La teoria del tutto
Julianne Moore in Still Alice
Rosamund Pike in L'amore bugiardo - Gone Girl
Reese Witherspoon in Wild

Miglior attore protagonista
Steve Carell in Foxcatcher
Bradley Cooper in American Sniper
Benedict Cumberbatch in The Imitation Game
Michael Keaton in Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza) 
Eddie Redmayne in La teoria del tutto

Migliore attrice non protagonista
Patricia Arquette in Boyhood
Laura Dern in Wild
Keira Knightley in The Imitation Game
Meryl Streep in Into the Woods
Emma Stone in Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)

Migliore attore non protagonista
Robert Duvall in The Judge
Ethan Hawke in Boyhood
Edward Norton in Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza) 
Mark Ruffalo in Foxcatcher
J.K. Simmons in Whiplash

Migliore regia
Alejandro G. Iñàrritu per Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)
Richard Linklater per Boyhood
Bennett Miller per Foxcatcher
Wes Anderson per Grand Budapest Hotel
Morten Tyldum per The Imitation Game

Migliore sceneggiatura originale
Alejandro G. Inarritu, Nicolas Giacobone, Alexander Dinelaris, Jr. & Armando Bo per Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)
Richard Linklater per Boyhood
E. Max Frye e Dan Futterman per Foxcatcher
Wes Anderson (sceneggiatura) - Wes Anderson & Hugo Guinness (storia) per Grand Budapest Hotel 
Dan Gilroy per Lo sciacallo - Nightcrawler

Migliore sceneggiatura non originale
Jason Hall per American Sniper
Graham Moore per The Imitation Game
Paul Thomas Anderson per Vizio di forma
Anthony McCarten per La teoria del tutto
Damien Chazelle per Whiplash

Miglior film d'animazione
Big Hero 6, Don Hall, Chris Williams e Roy Conli 
Boxtrolls - Le scatole magiche, Anthony Stacchi, Graham Annable e Travis Knight
Dragon trainer 2, Dean DeBlois e Bonnie Arnold
Song of the Sea, Tomm Moore e Paul Young
La storia della principessa splendente, Isao Takahata e Yoshiaki Nishimura

Miglior film straniero
Ida di Paweł Pawlikowski (Polonia)
Leviathan di Andrej Zvjagincev (Russia)
Tangerines di Zaza Urushadze (Estonia)
Timbuktu di Abderrahmane Sissako (Mauritania)
Storie pazzesche di Damián Szifrón (Argentina)

Migliore fotografia
Emmanuel Lubezki per Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)
Robert Yeoman per Grand Budapest Hotel 
Lukasz Zal e Ryszard Lenczewski per Ida
Dick Pope per Mr. Turner
Roger Deakins per Unbroken 

Migliore scenografia
Adam Stockhausen (Production Design); Anna Pinnock (Set Decoration) per Grand Budapest Hotel 
Maria Djurkovic (Production Design); Tatiana Macdonald (Set Decoration) per The Imitation Game  
Nathan Crowley (Production Design); Gary Fettis (Set Decoration) per Interstellar
Dennis Gassner (Production Design); Anna Pinnock (Set Decoration) per Into the Woods
Suzie Davies (Production Design); Charlotte Watts (Set Decoration) per Mr. Turner 

Migliori costumi
Milena Cannonero per Gran Budapest Hotel
Mark Bridges per Vizio di forma
Colleen Atwood per Into the Woods
Anna B. Sheppard e Jane Clive per Maleficent
Jacqueline Durran per Mr. Turner

Miglior montaggio
Joel Cox e Gary D. Roach per American Sniper
Sandra Adair per Boyhood
Barney Pilling per Grand Budapest Hotel
William Goldenberg per The Imitation Game
Tom Cross per Whiplash 

Miglior make-up
Bill Corso e Dennis Liddiard per Foxcatcher 
Frances Hannon e Mark Coulier per Grand Budapest Hotel
Elizabeth Yianni-Georgiou e David White per Guardiani della galassia

Migliore colonna sonora originale
Alexandre Desplat per Grand Budapest Hotel
Alexandre Desplat per The Imitation Game
Hans Zimmer per Interstellar 
Gary Yershon per Mr. Turner
Jóhann Jóhannsson per La teoria del tutto

Migliore canzone originale
"Everything Is Awesome" da The Lego Movie: musica e parole di Shawn Patterson
"Glory" da Selma - La strada per la libertà: musica e parole John Stephens e Lonnie Lynn
"Grateful" da Beyond the Lights: musica e parole di Diane Warren
"I'm Not Gonna Miss You" da Glen Campbell... I'll be me: musica e parole di Glen Campbell e Julian Raymond  
"Lost Stars" da Tutto può cambiare: musica e parole: Gregg Alexander e Danielle Brisebois

Migliore documentario
CitizenFour di Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy e Dirk Wilutzky
Alla ricerca di Vivian Maier di John Maloof e Charlie Siskel
Last Days in Vietnam di Rory Kennedy e Keven McAlester
Il sale della terra di Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado e David Rosier
Virunga di Orlando von Einsiedel e Joanna Natasegara

Migliore corto documentario
Crisis Hotline: Veterans Press 1 di Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry
Joanna di Aneta Kopacz
Our Curse di Tomasz S'liwin'ski e Maciej S'lesicki
The Reaper (La Parka) di Gabriel Serra Arguello
White Earth di J. Christian Jensen

Miglior cortometraggio
Aya di Oded Binnun e Mihal Brezis
Boogaloo and Graham di Michael Lennox e Ronan Blaney
Butter Lamp (La Lampe au Beurre de Yak) di Hu Wei e Julien Féret
Parvaneh di Talkhon Hamzavi e Stefan Eichenberger
The Phone Call di Mat Kirkby e James Lucas

Miglior cortometraggio animato
The Bigger Picture di Daisy Jacobs e Christopher Hees
The Dam Keeper di Robert Kondo e Dice Tsutsumi
Feast di Patrick Osborne e Kristina Reed
Me and My Moulton di Torill Kove
A Single Life di Joris Oprins

Migliori effetti sonori
Alan Robert Murray e Bub Asman per American Sniper
Martin Hernández e Aaron Glascock per Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)
Brent Burge e Jason Canovas per Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate
Richard King per Interstellar
Becky Sullivan e Andrew DeCristofaro per Unbroken 

Miglior montaggio sonoro
John Reitz, Gregg Rudloff e Walt Martin per American Sniper
Jon Taylor, Frank A. Montaño e Thomas Varga per Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)
Gary A. Rizzo, Gregg Landaker e Mark Weingarten per Interstellar
Jon Taylor, Frank A. Montaño e David Lee per Unbroken
Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley per Whiplash 

Migliori effetti visivi
Dan DeLeeuw, Russell Earl, Bryan Grill e Dan Sudick per Captain America: The Winter Soldier
Joe Letteri, Dan Lemmon, Daniel Barrett e Erik Winquist per Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie
Stephane Ceretti, Nicolas Aithadi, Jonathan Fawkner e Paul Corbould per Guardiani della galassia
Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher per Interstellar
Richard Stammers, Lou Pecora, Tim Crosbie and Cameron Waldbauer per X-Men : Giorni di un futuro passato

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti